Progettazione e Architettura

Uffici milanesi/1. La nuova sede di Microsoft

M.Bar.

Progetto di interni firmato Degw nella nuova sede Feltrinelli di Herzog & de Meuron

L'ufficio come piazza, come luogo di incontro e di condivisione. I nuovi modi di lavorare rivoluzionano lo spazio fisico, che diventa sempre più dinamico, informale confortevole e vario. Ben rappresenta la trasformazione in corso la nuova Microsoft House di Milano, in tutto 7.500 metri quadri ospitati nell'edificio voluto dal Gruppo Feltrinelli e ideato da Herzog & de Meuron, il cui progetto di interior design, insieme allo space planning, è firmato da Degw, il brand di Lombardini22 specializzato nella progettazione integrata di spazi per uffici.

Se la mobilità, resa possibile dall'accesso allargato alla tecnologia, dà avvio alla rivoluzione, lo smart working, di cui Microsoft è pioniere, fa il resto. Fiducia e valorizzazione dei talenti sono, poi, i principi chiave della trasformazione culturale. Lo smart working è un percorso di sviluppo aziendale che coincide con un nuovo approccio, basato non sul controllo ma sulla responsabilizzazione del lavoratore, a fronte di una sua maggiore autonomia che si concretizza anche nella scelta del luogo e delle modalità di lavoro. L'accesso allargato alla tecnologia non rende indispensabile la presenza fisica in ufficio, che diventa più che altro uno spazio di condivisione, per incontrare colleghi e clienti e lavorare in team.

In questa ottica lo spazio dell'ufficio non può che essere rivoluzionato. I valori aziendali si fondono con i nuovi modi di incontrarsi e lavorare, e questo permette di generare ambienti innovativi, funzionali, esperienziali. Le aree di lavoro open space non prevedono alcuna postazione dedicata: ogni persona si muove negli spazi a seconda delle necessità. A seconda delle funzioni, si va da aree più collaborative e aree più riservate. I vari worksetting sono differenziati nella forma e nell'estetica e ciascuno è pensato per rispondere a diverse funzioni e per stimolare l'interazione e la creatività. Tra le tante e diverse tipologie di aree di lavoro ci sono ad esempio le «Smart Platform», posizionate all'interno di strutture di metallo, chiuse da pannelli acustici e lavagne scorrevoli, pensate per impegni che richiedono particolare concentrazione. Mentre nei «Social hub», uno diverso dall'altro, le persone possono incontrarsi, fare riunioni informali o piccoli break con i colleghi.

SCOPRI GLI UFFICI MILANESI DI GFT ITALIA

SCOPRI LA NUOVA SEDE DI ERNST&YOUNG ITALIA


© RIPRODUZIONE RISERVATA