Gestionale

L'Enea: oltre 22 miliardi investiti in riqualificazioni «green», il 33% delle imprese punta sulla sostenibilità

Alessia Tripodi

I dati del Rapporto 2015 sull'Efficienza energetica: grazie agli econobus tra il 2007 e il 2013 interventi di efficientamento per oltre 2 milioni di famiglie

Oltre 22 miliardi di euro investiti in riqualificazione energetica delle abitazioni, 2 miliardi di risparmi per minori importazioni di gas naturla e petrolio, tagli alla produzione di Co2 pari a 18 milioni di tonnellate. E' quanto emerge dal quarto Rapporto sull'efficienza energetica (Raee) appena presentato dall'Enea al ministero dello Sviluppo economico.
Secondo i dati è grazie agli ecobonus fiscali che oltre 2 milioni di famiglie tra il 2017 e il 2013 hanno deciso di investire nell'efficientamento energetico delle proprie abitazioni, alimentando un indotto di 40mila occupati in media l'anno. Ma anche le imprese sono sempre più propense ad investire nel settore della sostenibilità: secondo un'indagine Enea/Confindustria contenuta nel rapporto, oltre il 33% delle imprese intervistate intenda investire in efficienza energetica nei prossimi tre anni, anche se oltre il 90% del campione chiede meno burocrazia, semplificazione normativa e un quadro finanziario più stabile.

Obiettivi 2020 più vicini
Rispetto al 2014, il Rapporto evidenzia che è già stato raggiunto oltre il 20% dell'obiettivo di efficienza previsto per il 2020 e tra i settori che hanno maggiormente contribuito a questo risultato ci sono il residenziale e l'industria.
I 7,55 Mtep di risparmi, dicono ancora i dati, derivano dalla maggiore efficienza ottenuta con il meccanismo dei Certificati Bianchi (3,4 Mtep), dall'introduzione di standard minimi di prestazione energetica (2,4 Mtep), dagli incentivi nei trasporti (0,9 Mtep) e dagli ecobonus (altri 0,9 Mtep).
"Il Rapporto evidenzia che cittadini, industrie e PA hanno recepito le potenzialità dell'efficienza energetica, un comparto essenziale per l'ambiente e per ridurre le bollette di famiglie e imprese - ha sottolineato il Commissario Enea Federico Testa - oltre che un volano di crescita economica e di occupazione con la creazione di una filiera nazionale competitiva''.
Secondo l'Enea per far decollare il settore dell'efficienza, un ruolo chiave spetta alle banche: secondo un'indagine dell'Abicontenuta nel Rapporto, infatti, l'86% degli istituti di credito ha messo a punto prodotti dedicati all'efficienza, ma «per sbloccare realmente i finanziamenti - dice la ricerca -occorrono linee guida per la replicabilità dei progetti, nonché audit e rating per valutarne la qualità».

Imprese più green
L'indagine sull'offerta di prodotti e servizi per l'efficienza energetica curata dall'Enea con Confindustria - con l'obiettivo di descrivere la struttura imprenditoriale italiana in questo settore ha coinvolto circa 43mila addetti, di cui circa 11mila specializzati in un'attività del settore dell'efficienza energetica. Le buone aspettative per il prossimo triennio portano con sé anche la richiesta, da parte delle imprese, di una maggiore trasparenza e chiarezza delle norme, accanto alla semplificazione delle procedure e a una maggiore stabilità delle risorse finanziarie disponibili. Le ESCo intervistate attribuiscono importanza anche all'implementazione del meccanismo dei Certificati Bianchi, strumento particolarmente utilizzato. Le aspettative di investimento di questo comparto sono migliori rispetto alla media del campione, con una crescita superiore al 55,6 per cento.

Nuovo portale
La presentazione del rapporto è stata anche l'occasione per presentare il nuovo portale dell'Agenzia Nazionale per l'Efficienza Energetica (www.agenziaefficienzaenergetica.it ), che riunisce i diversi siti Enea nati negli anni: quello dedicato alle detrazioni fiscali del 65%, visitato da più di un milione e mezzo di utenti l'anno, "Obiettivo Efficienza Energetica", il blog dei Certificati Bianchi e il canale YouTube. La navigazione è organizzata attraverso tre sezioni principali dedicate a cittadini, imprese e Pubblica Amministrazione, con un focus su educazione e formazione.
Nel corso dell'evento è stato annunciato, infine, anche la seconda edizione degli Stati Generali dell'Efficienza Energetica promossi da Enea per il 16 ottobre a Verona, in vista dei quali istituzioni, operatori pubblici o privati, associazioni, imprese, professionisti, istituti di ricerca e cittadini sono invitati a partecipare alle consultazioni online che si terranno sul sito www.statigeneraliefficienzaenergetica.it fino al prossimo 25 settembre.

Clicca qui per scaricare il rapporto integrale


© RIPRODUZIONE RISERVATA