Gestionale

Più di 100 richieste al mese per ottenere il rating di legalità

Continuano ad aumentare le richieste per ottenere il Rating di legalità dall'Antitrust. Nel primo quadrimestre di quest'anno, sono state 461, più di quelle ricevute in tutto il 2014 (complessivamente 415). In dettaglio, ne sono state registrate 83 a gennaio, 133 a febbraio, 144 a marzo e 101 ad aprile, con una media superiore alle cento al mese.
Sulle 461 domande presentate nel primo quadrimestre 2015, sono stati chiusi 269 casi, 192 sono ancora in corso e 53 sono stati invece archiviati. Le attribuzioni risultano 198, quattro le conferme e due i maggior punteggi, dieci i dinieghi, con una revoca e una sospensione.
Dall'inizio dell'attività, da gennaio 2013 al 30 aprile 2015, le richieste ammontano finora a un totale di 1042. L'elenco completo delle aziende che hanno ottenuto il Rating è pubblicato su questo stesso sito (www.agcm.it/rating-di-legalita/elenco.html ).
Approvato dal Parlamento alla fine del 2012, il Rating di legalità è lo strumento con cui l'Agcm attribuisce un punteggio, da una a tre "stellette", alle imprese virtuose che hanno un fatturato superiore ai due milioni di euro annui e rispettano una serie di requisiti giuridici e "qualitativi". Per ottenere una "stelletta", il titolare dell'azienda e gli altri dirigenti non devono avere precedenti penali per i reati di cui al decreto legislativo n. 231 del 2001 e per i principali delitti contro la pubblica amministrazione nonché per reati tributari. Nei confronti di tali soggetti, inoltre, non dev'essere stata iniziata l'azione penale per reati di stampo mafioso.


© RIPRODUZIONE RISERVATA