Gestionale

Gestione impresa, scade il 16 febbraio il termine Inail per l'autoliquidazione

Alessandro Lerbini

La riduzione contributiva per il settore edile è pari all'11,50% e si applica alla sola regolazione 2014.

Scadenza in vista per l'autoliquidazione 2014-15. L'Inail comunica che entro il termine del 16 febbraio, i datori di lavoro soggetti all'assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali, devono calcolare il premio anticipato per l'anno in corso (rata) sulla base delle retribuzioni effettive dell'anno precedente e il conguaglio per l'anno precedente (regolazione); conteggiare il premio di autoliquidazione dato dalla somma algebrica della rata e della regolazione, al netto di eventuali riduzioni contributive; pagare il premio di autoliquidazione utilizzando il «Modello di pagamento unificato – F24» o il «Modello di pagamento F24 EP (Enti Pubblici)» in caso di enti e organismi pubblici indicati nelle tabelle A e B allegate alla legge 720/1984.

Anche per il 2014 la riduzione contributiva per il settore edile è pari all'11,50% e si applica alla sola regolazione 2014.
La riduzione compete ai datori di lavoro che occupano operai con orario di lavoro di 40 ore settimanali e alle società cooperative di produzione e lavoro per i soci lavoratori, esercenti attività edili, a condizione che siano regolari nei confronti di Inail, Inps e casse edili.

La riduzione non si applica nei confronti dei datori di lavoro che abbiano riportato condanne passate in giudicato per la violazione della normativa in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro per la durata di cinque anni dalla pronuncia della sentenza.

Guida all'autoliquidazione

Manuale intermediari

Manuale aziende


© RIPRODUZIONE RISERVATA