Gestionale

Istat: a gennaio costo di costruzione dei fabbricati residenziali sceso dello 0,2%

Al. Tr.

Il costo di costruzione dei fabbricati residenziali nel mese di gennaio è sceso dello 0,2% sia rispetto al mese precedente che nei confronti di gennaio 2013. Lo comunica oggi l'Istat nella nota che, a partire da gennaio 2014, calcola gli indici dei costi utilizzando il mese di dicembre 2013 come base di calcolo e l'anno 2010 come base di riferimento.
Secondo i dati, il contributo maggiore alla diminuzione tendenziale dell'indice a gennaio deriva dal gruppo di costo dei materiali (-0,3 punti percentuali), compensata dall'aumento della mano d'opera (+0,1 punti percentuali).

Clicca qui per scaricare il comunicato

Nel mese di gennaio 2014, rispetto al mese precedente, gli indici per gruppo di costo dei materiali diminuiscono dello 0,5%, mentre rimangono invariati quelli della mano d'opera, dei trasporti e dei noli. Rispetto al corrispondente mese del 2013, il costo della mano d'opera aumenta dello 0,1%, quello dei trasporti dello 0,3% e quello dei noli dello 0,2%, mentre i materiali diminuiscono dello 0,6%. All'interno dei materiali, aggiunge l'Istituto di statistica, le diminuzioni congiunturali più rilevanti riguardano le categorie impianti di sollevamento (-3,1%) e infissi (-,5%), mentre l'aumento più marcato si registra per i legnami (+1,9%). In termini tendenziali, i decrementi maggiori si registrano per gli impianti di sollevamento (-4,8%) e di riscaldamento (-3,0%).


© RIPRODUZIONE RISERVATA