Gestionale

Istat, nelle costruzioni disoccupazione alle stelle: nel 2013 persi 163mila posti

Alessia Tripodi

Più colpiti i dipendenti e le regioni del Mezzogiorno - Totale occupati sceso sotto quota 1,6 milioni

Non si arresta l'emorragia di posti di lavoro nel settore delle costruzioni, che nel quarto trimestre del 2013 scendono del 5-6%, con una perdita netta di 96mila occupati. Il dato annuale registra una diminuzione pari a 163mila unità.
Lo rivela l'Istat nel bollettino trimestrale pubblicato oggi, che in generale segnala un aumento della disoccupazione soprattutto tra i giovani e nel Mezzogiorno (clicca qui per scaricare il comunicato ).

I dati relativi al comparto costruzioni sono drammatici: la disoccupazione aumenta a ritmi sostenuti per il tredicesimo trimestre consecutivo e negli ultimi tre mesi del 2013 il numero degli occupati è sceso sotto quota 1,6 milioni. Rispetto allo stesso periodo del 2012, soffrono di più i dipendenti, che registrano un calo del 7,3% soprattutto nelle regioni del Sud - segnale di un quadro ancora molto difficile per le imprese - ma diminuiscono anche gli autonomi (meno 3% dato nazionale, meno 2,5% nel Mezzogiorno).


© RIPRODUZIONE RISERVATA