Gestionale

Per il 70% degli agenti certificazione non valorizza immobili

Il 70% di chi vende un immobile non considera importante l'efficienza energetica e il 59% degli agenti immobiliari ritiene inutile la certificazione. Sono i risultati dell'ultimo Rapporto Annuale sull'Efficienza Energetica realizzato da I-Com (Istituto per la Competitività), Enea e Fiaip (Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionisti), che analizza la percezione dei protagonisti della filiera edilizia rispetto al tema dell'efficienza energetica, attraverso interviste condotte su un un panel di 300 agenti immobiliari.
Secondo i dati circa il 50% degli acquirenti non ha una percezione adeguata dell'importanza del tema dell'efficienza energetica, il 70% di chi vende non considera l'efficienza energetica un fattore in grado di concorrere alla valorizzazione del proprio immobile e per il 59% degli agenti immobiliari intervistati, la certificazione energetica degli edifici non rappresenta, ad oggi, uno strumento utile o capace di orientare la scelta dell'acquirente verso edifici «efficienti». Ciò nonostante il 90% degli intervistati offra, presso la propria agenzia, servizi di certificazione energetica degli edifici e il 60% dei clienti decide di avvalersene. L'80% del campione, poi, ritiene che sia importante attivare iniziative per incrementare la percezione che un immobile energeticamente efficiente abbia maggiore valore di mercato rispetto ad un immobile meno efficiente e il 65% dichiara che il finanziamento degli interventi di efficienza energetica rappresenta un ostacolo. Il 90% si dice disponibile a promuovere strumenti di finanziamento presso i clienti e il 60%, infine, è disponibile ad intraprendere percorsi di formazione sull'efficienza energetica, mentre il 52% ha già affrontato il tema nell'abito di sessioni dedicate.


© RIPRODUZIONE RISERVATA