Gestionale

Matteoni: «Nelle costruzioni situazione tragica»

Il Centro studi di Confindustria sottolinea che il Pil comincerà a registrare un segno positivo da fine 2013 e secondo il bilancio presentato venerdì dal Cresme, molteplici segnali indicano che la crisi delle costruzioni ha toccato il suo picco minimo.
Marco Matteoni, Presidente di Costruzioni Confartigianato Roma, in occasione dell'incontro, con Cna e Cresme, sull'andamento del mercato delle costruzioni a Roma e provincia, ha dichiarato: «Si è sottolineato e stigmatizzato il momento estremamente difficile che sta attraversando tutto il settore dell'edilizia nel Lazio. Con l'assessore ai lavori pubblici, Paolo Masini, si è dibattuto sia della pochezza delle risorse a favore dei lavori pubblici, sia della lentezza nei pagamenti. Ovviamente si è sottolineato l'impegno che l'attuale amministrazione sta mettendo nel reperire fondi e nel concertare le attività, inerenti al settore, con le nostre associazioni. Per quanto mi riguarda, ho voluto ribadire che la situazione è tragica. Precisando però, che questo è dipeso sia dall'amministrazione, sia dalle banche ormai con tutti i cordoni delle borse chiusi, ma anche da noi imprenditori che nel settore dell'edilizia privata avevamo perso il contatto con la realtà.
Prezzi folli in zone di basso se non bassissimo pregio, assoluta miopia nel realizzare complessi immobiliari dove era lampante la quasi totale mancanza di infrastrutture e soprattutto la demenziale approssimazione e presunzione di alcuni personaggi che pur svolgendo tutt'altra attività, fino al giorno prima, si improvvisavano costruttori senza averne alcuna cognizione di causa, né logica imprenditoriale».
Il Presidente Matteoni ha concluso poi dicendo che «L'unica strada da percorrere è quella di una concertazione serrata tra le associazioni di categoria in modo tale da poter arrivare a trattare con le amministrazioni con un'unica voce e soprattutto con un fronte comune».


© RIPRODUZIONE RISERVATA