Gestionale

Assimpredil Ance: «Primi segnali di ripresa per il settore»

Per Assimpredil Ance si registrano i «primi segnali di ripresa» per il settore delle costruzioni. «Dopo sei anni di numeri sempre più negativi, finalmente una lieve speranza per il domani, non certo derivata dall'inversione significativa di quei numeri, ma dalla sensazione che il clima sta cambiando, anche se la ripresa sarà lenta e diversa tra i territori e i settori», ha spiegato il presidente dell'associazione che raggruppa le imprese di costruzione delle province di Milano, Lodi e Monza-Brianza, Claudio De Albertis, nel suo intervento all'assemblea annuale a Milano cui hanno partecipato il ministro delle Infrastrutture, Maurizio Lupi, e il governatore lombardo, Roberto Maroni. In particolare, in base ai dati forniti da Assimpredil-Ance, per il secondo mese consecutivo, la domanda di mutui della famiglie italiana é cresciuta (+4% nel mese di agosto). «Sono deboli segnali, che speriamo siano anticipatori di un cambiamento di rotta, il cui merito va anche al governo», ha continuato De Albertis, citando la «legge del fare e il decreto casa in fase di conversione, insieme alle misure relative agli eco bonus». «Tuttavia, é chiaro che su nessuna singola misura può essere sufficiente a far ripartire il mercato delle costruzioni, abbiamo bisogno di agire su più fronti e con differenti strumenti», ha aggiunto identificando tra le «patologie» italiane l'eccessiva spesa pubblica, i problemi del credito alle imprese e alla famiglie, il sistema fiscale, la burocrazia e il sistema della concorrenza e le sue distorsioni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA