Gestionale

Incentivi all'efficienza, dal Lazio il 5% delle richieste 2012

Su 280.700 richieste totali di accesso alle agevolazioni fiscali per investimenti in efficienza
energetica, pervenute in tutta Italia nel 2011, 15mila sono arrivate dal Lazio. Una quota di circa il 5%, poco significativa, considerando che la popolazione della regione rappresenta quasi il 10% del totale nazionale.

Il 77% del totale delle richieste pervenute dal Lazio ha riguardato la sostituzione di infissi, il 14% la sostituzione di impianti termici con sistemi piu' virtuosi (caldaie a condensazione, pompe di calore) e l'8% l'installazione di pannelli solari. Un ruolo più marginale hanno avuto gli interventi di coibentazione, circa l'1% del totale delle richieste pervenute.

Sono alcuni dei dati che saranno diffusi oggi in occasione dell'assemblea congressuale delle unioni Costruzioni e Impianti della Cna di Roma. Nel corso del convegno, dal titolo «Progettare e costruire oggi le abitazioni del futuro - Il punto sulle ultime novita' in tema di riqualificazione energetica del patrimonio edilizio», saranno illustrati nel dettaglio i dati relativi alle richieste di agevolazione.

Si parlerà poi delle prospettive che si aprono a seguito del via libera del governo agli ecobonus e agli incentivi sulle ristrutturazioni. Una conferma accolta con favore dagli operatori del settore e che fara' bene anche alle casse dello Stato: il saldo tra dare e avere, rispetto agli sconti per la riqualificazione edilizia, nel 2012, e' stato positivo per 2,3 miliardi di euro come documentato da un recente studio condotto dalla Cna nazionale e il Cresme.


© RIPRODUZIONE RISERVATA