Gestionale

Ristrutturazioni, scelta sui bonifici del 36 e del 50%

Luca De Stefani

I chiarimenti in una circolare dell'Agenzia delle Entrate: negli sconti è possbile selezionare i pagamenti più favorevoli

Per le spese sulle ristrutturazioni edilizie, è possibile scegliere quali bonifici del 2012 portare in detrazione, tralasciando quelli detraibili al 36% (prima del 26 giugno 2012) e selezionando solo quelli pagati dopo, che consentono di detrarre il 50 per cento. È uno dei chiarimenti forniti ieri nella circolare delle Entrate n. 13/E.
Se un contribuente, dal primo gennaio 2012 fino al 25 giugno 2012, ha sostenuto spese per 48mila euro per interventi di recupero edilizio e, sullo stesso immobile, ha sostenuto, dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2012, altri 96mila euro per altri interventi agevolati, può scegliere di detrarre solamente le spese sostenute dal 26 di giugno in poi, fruendo così della detrazione del 50% fino all'importo di 96mila euro. Nel caso di decesso del conduttore che ha ristrutturato l'immobile ricevuto in locazione, la rate residue della detrazione Irpef del 36-50% sono trasferite all'erede del conduttore, che subentra nella titolarità del contratto di locazione e che conserva la detenzione materiale e diretta del bene.

La dichiarazione di esecuzione dei lavori (detraibili al 36-50%) di ammontare superiore a 51.645,68 euro, non è più necessaria, neanche considerando che, per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 30 giugno 2013, l'importo massimo è stato elevato da 48mila a 96mila euro.
Se i lavori per il risparmio energetico, detraibili al 55%, sono stati conclusi alla fine del 2012 e le spese sono state "sostenute" (pagate, per le persone fisiche) sia nel 2012 che nel 2013, la scheda informativa all'Enea deve essere inviata entro 90 giorni dalla fine dei lavori, comunicando tutte le spese sostenute sino al momento dell'invio (quindi, anche quelle pagate tra il primo gennaio 2013 e la data della spedizione). Le ulteriori spese, invece, devono essere comunicate integrando la scheda originaria, non oltre il termine di presentazione della dichiarazione nella quale la spesa può essere detratta.
La scadenza il 30 giugno 2013 dell'agevolazione del 55% sul risparmio energetico rileva solo ai fini del pagamento della spesa, in quanto è il termine ultimo per effettuare il relativo bonifico e non per terminare i lavori.


© RIPRODUZIONE RISERVATA