Gestionale

Stretta su società immobiliari e del settore rinnovabili, più trasparenza


La Consob accende i riflettori sulle società del settore energia rinnovabile e dell'immobiliare, chiedendo più trasparenza nelle informazioni periodiche da comunicare al mercato. La Commissione ha avviato una consultazione, che si chiuderà il 30 aprile, che riguarda la pubblicazione da parte delle quotate di una serie di dati da inserire nelle relazioni finanziarie e nei comunicati stampa.
Per quanto riguarda le rinnovabili, vista l'elevata esposizione delle società al
rischio di fenomeni speculativi in borsa, la Consob chiede più informazioni su: quadro normativo e i settori di operatività aziendale; impianti di produzione di energia e i progetti in fase di sviluppo e gli impianti destinati alla cessione a terzi; situazione finanziaria debitoria complessiva di gruppo; contabilizzazione dei costi di sviluppo dei progetti, degli oneri di dismissione e
smantellamento degli impianti, degli incentivi; le circostanze rilevanti da comunicare al pubblico; gli indicatori alternativi di performance. Sul fronte immobiliare, la Consob, considerata la particolare importanza che hanno il valore del portafoglio immobiliare e il ruolo degli esperti indipendenti, ha riscontrato l'esigenza di una maggiore e più uniforme disclosure in materia di valutazione del fair value. In particolare, viene chiesto alle quotate di fornire dettagliate indicazioni relativamente a: la policy adottata per la determinazione del fair value delle iniziative immobiliari in corso; i rischi che possono condizionare l'attendibilità della misurazione del fair value; la gestione dei rapporti con gli esperti indipendenti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA