Gestionale

Sabatini (Abi): «Al lavoro con l'Ance per far ripartire i mutui casa»

Con l'Associazione dei costruttori (Ance) «stiamo lavorando alacremente per evitare che la caduta verticale» del settore dell'edilizia «si aggravi ancora». Lo dice al Mattino Giovanni Sabatini, direttore generale dell'Abi, sottolineando che l'idea è quella del «rilancio del mercato dei covered bond», le obbligazioni a rischio molto basso.

«Con un plafond di 10 miliardi - spiega Sabatini -, sottoscritto da investitori istituzionali e quindi pubblici, si potrebbe garantire una raccolta a medio e lungo termine capace di garantire risorse fresche per tornare a investire nel comparto e riattivare, di conseguenza, anche la domanda dei mutui». L'Abi ci sta ragionando «con l'Ance, la Cassa depositi e prestiti e il ministero dello Sviluppo». Non è la sola ipotesi al vaglio: «sarebbero necessarie anche misure di carattere fiscale, per esempio maggiori detrazioni degli interessi passivi sui mutui relativi alle ristrutturazioni edilizie per risparmiare sul fabbisogno energetico».


© RIPRODUZIONE RISERVATA