Gestionale

Squinzi (Confindustria): «Necessario stabilizzare il 55%»

Il Manifesto di Uncsaal, FederlegnoArredo e Pvc Forum Italia per il 55% ha ricevuto vivo apprezzamento dal Presidente di Confindustria Giorgio Squinzi in una lettera indirizzata ai Presidenti delle 3 Associazioni, dove viene evidenziato come Confindustria ritenga «necessaria la stabilizzazione nel medio periodo della misura della detrazione del 55% al fine di assicurare la necessaria continuità sia ai soggetti che investono, sia all'industria fornitrice di prodotti ad alta efficienza».
In contemporanea, Uncsaal, FederlegnoArredo e Pvc Forum Italia, per ribadire la necessità di confermare il 55%, hanno inviato una lettera al Presidente del Consiglio Mario Monti esprimendo preoccupazione per le conseguenze che una fine anticipata della Legislatura potrebbe comportare rispetto all'approvazione parlamentare della stabilizzazione delle detrazioni fiscali per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici.
Nella lettera si sottolinea come la stabilizzazione di un provvedimento legislativo più volte citato dai Ministri Corrado Passera e Corrado Clini come risolutivo in termini di risposte efficienti e sostenibili alla necessità di ridurre i consumi energetici, contenere le emissioni di CO2 nell'ambiente e fornire uno strumento di riqualificazione virtuosa del patrimonio immobiliare italiano, rischi di essere demandata all'Esecutivo che nascerà dopo le elezioni, creando grave instabilità nel mercato delle costruzioni, peraltro alle prese con la più grave crisi economica del dopoguerra.
Uncsaal, FederlegnoArredo e Pvc Forum Italia si appellano al Monti affinché la stabilizzazione del 55% al 2020 (o in subordine la proroga fino al 31 dicembre 2013) sia inserita nella Legge di Stabilità o nel Decreto Milleproroghe.
Il Manifesto per il 55% è stato sottoscritto anche da FIPER (Federazione Italiana Produttori di Energia da Fonti Rinnovabili), Casa del Consumatore e Amici della Terra.


© RIPRODUZIONE RISERVATA