Gestionale

Al via nuove norme sulla sicurezza nei cantieri

L'assessorato regionale della Salute ha emanato un nuovo decreto che punta a garantire sempre maggiore sicurezza nei luoghi di lavoro. Le nuove norme riguardano le misure di prevenzione e protezione dai rischi di caduta dall'alto, che nel settore dell'edilizia e dell'industria é ancora la causa più frequente tra gli infortuni mortali. In Sicilia, (dati Inail 2011), si sono registrati 21 casi mortali nel settore costruzioni - quattro in meno del 2010 - e circa il 60% é avvenuto per caduta
dall'alto, come confermano i dati d'attività relativi al Piano Regionale straordinario di prevenzione in edilizia, varato dall'assessorato regionale della Salute. Ciò dipende, oltre che da inadeguate procedure di sicurezza e comportamentali, anche dalla mancata progettazione di corrette misure di sicurezza nei lavori sulle coperture.
Ildecreto, che fissa rigorose norme di prevenzione e protezione da predisporre negli edifici per l'esecuzione dei lavori di manutenzione sulle coperture in condizioni di sicurezza, é l'ideale prosecuzione del «Piano regionale straordinario per la tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro» grazie al quale é diminuito del 40% in Sicilia, in appena due anni, il numero degli infortuni mortali sul lavoro: si é passati infatti dagli 87 casi del 2009 ai 56 del 2011. Le norme dovranno essere applicate a tutti gli interventi di nuove costruzioni e ristrutturazioni di coperture. In particolare, la norma prevede la redazione dell«'Elaborato tecnico delle coperture» senza il quale non verranno rilasciate concessioni o autorizzazioni a costruire.


© RIPRODUZIONE RISERVATA