Gestionale

Enea, al via progetto di formazione nazionale per installatori

Anche l'Italia si allinea al progetto europeo Compener (Competences for Sustainable Energy) per una formazione nazionale e certificata per gli operatori e gli installatori di tecnologie per le energie rinnovabili. L'Enea ha infatti messo a punto una scaletta di strategie per corsi di formazione e certificazione di competenze, in base alle norme che riconoscono all'Agenzia il ruolo di supporto alle Regioni per la definizione del processo di certificazione, in vista del 31 dicembre prossimo, data in cui tutte le Regioni italiane dovranno disporre di
un sistema nazionale di formazione.
Lo studio dell'Enea, che sara' ora sottoposto alla Conferenza Stato-Regioni, e' stato presentato oggi a Roma, dal Commissario dell'Agenzia, Giovanni Lelli, alla presenza di rappresentanti del
Mise, del Miur, della Confindustria, delle associazioni di imprese operanti nel campo delle rinnovabili e degli enti italiani di certificazione. «La disponibilita' di personale professionalmente
qualificato in questo settore -ha spiegato Lelli- costituisce una garanzia per la diffusione del fotovoltaico, del solare termico, delle pompe di calore, delle biomasse e della geotermia, perche' un personale competente e' in grado di assicurare la soluzione piu' idonea alle esigenze dell'utente e di consentire la riduzione di consumi energetici».
Entro il 31 dicembre prossimo, ha ricordato Lelli, secondo il Decreto legislativo 28 del 2011, tutte le Regioni italiane dovranno disporre di schemi di qualificazione e di certificazione delle competenze, omogenei a livello europeo, per gli installatori di piccoli impianti alimentati a biomassa, di sistemi solari fotovoltaici o termici, di sistemi geotermici e di pompe di calore. La metodologia utilizzata in Compener ha permesso di definire nuovi schemi di qualificazione e di certificazione professionale sulla base del Quadro Europeo delle Qualifiche (Eqf), per diverse categorie professionali, compresi i certificatori energetici degli edifici e gli Energy manager.
Hanno contribuito a questo risultato i decisori politici, le piccole e medie imprese, gli enti di formazione e di certificazione e delle amministrazioni pubbliche. Entrando nel dettaglio, il piano dell'Enea riguarda la promozione di corsi di formazione dei formatori al fine di omogeneizzare la formazione sul territorio nazionale, attualmente gestita a livello regionale e da diverse associazioni di installatori o dalle imprese stesse.
Il piano prevede anche l'identificazione dei centri pubblici o privati su tutto il territorio nazionale per lo svolgimento di corsi per installatori che, oltre allo svolgimento della parte teorica, mettano a disposizione le tecnologie su cui fare pratica. Nel piano e' compresa anche la definizione di norme tecniche per le professioni degli installatori.


© RIPRODUZIONE RISERVATA