Gestionale

Studio Svimez-Srm, il 62% delle fonti è al Sud

Il Sud è l'area del Paese con il maggior potenziale di energie alternative rinnovabili (eolico, solare, biomasse e biogas): é infatti nelle regioni meridionali che si concentra quasi il 62% della potenza installata. Lo rileva la ricerca «Energie Rinnovabili e Territorio» realizzata dalla Svimez e da Srm (Studi e ricerche per io Mezzogiorno) presentata oggi a Roma. Attualmente la quota di energia rinnovabile sul consumo per regione é del 14,3% in Campania, del 18,1% in Puglia, del 30,2% in Basilicata, del 36,9% in Calabria, del 10,5% in Sicilia. «Solare, eolico, bioenergie, geotermia - sottolinea Svimez - sono tra le fonti pulite su cui l'Italia deve continuare ad investire per garantire crescita, occupazione ma anche innovazione ed internazionalizzazione. Le rinnovabili inoltre garantiscono la svolta ambientale di cui ha bisogno il nostro paese, che soffre della dipendenza dall'import delle fonti fossili».


© RIPRODUZIONE RISERVATA