Gestionale

Pratiche on line a Lamezia Terme

Un sistema di gestione delle pratiche edilizie completamente informatizzato, che punta a rendere più rapido ed efficiente il lavoro degli uffici comunali e permetterà ai professionisti esterni di inoltrare progetti e istanze direttamente in formato digitale. Si tratta dello Sportello Unico per l'Edilizia istituito dal Comune di Lamezia Terme, che sarà presentato domani nell'ambito della giornata-evento «Il Comune "innovativo" e i professionisti», patrocinata dalla Regione Calabria, dalla Provincia di Catanzaro e dagli ordini professionali della provincia (ingegneri, architetti e
geometri).

Lo Sportello Unico, previsto dal Testo Unico dell'Edilizia (Dpr 380/2001), sarà accessibile tramite il portale web del Comune e avrà il compito di snellire le procedure, presentandosi agli utenti come unica interfaccia amministrativa per l'intero iter della pratica. Alla base dell'innovativo servizio, il software generalistico di flusso documentale WinRiPCo, che da circa un anno il Comune di Lamezia Terme utilizza per la gestione dei procedimenti nel settore dell'edilizia e che, nel corso dell'iniziativa, sarà distribuito gratuitamente ai professionisti che operano sul territorio comunale. Utilizzando questo specifico programma, i tecnici esterni, oltre ad evitare code agli sportelli, avranno la certezza di presentare i progetti con dati già validati dal software e quindi congrui al tipo di procedimento individuato.

Lo sportello faciliterà anche il lavoro degli uffici comunali, con una riduzione dei tempi per l''istruttoria in quanto le pratiche risulteranno formalmente complete e, in casi specifici, con il corretto calcolo degli oneri da pagare. «Particolare attenzione - ha spiegato l'assessore all'Urbanistica, Francesco Cicione - è stata prestata proprio al rapporto tra i professionisti esterni e l'Amministrazione comunale, rapporto che il 'Comune Innovativò ha ritenuto adeguare alle attuali potenzialità tecnologiche. L'inoltro delle pratiche edilizie in formato digitale permetterà, inoltre, l'attivazione di una vasta banca dati informatica, tra l'altro utile alla conoscenza del nostro territorio, nonchè al controllo ed alla pianificazione dello stesso»


© RIPRODUZIONE RISERVATA