Gestionale

Le associazioni: «Modificare i decreti o bloccarli»

«Dopo le associazioni di categoria con gli Stati generali delle rinnovabili e dell'efficienza energetica, i sindacati, un vasto movimento di opinione pubblica, le regioni e ieri anche il Senato, con l'approvazione delle mozioni che chiedono al governo di definire un sistema di incentivazione che garantisca una prospettiva di crescita di lungo termine, anche associazioni come Fondazione per lo sviluppo sostenibile (presidente Edo Ronchi), Greenpeace Italia, Kyoto club,
Legambiente, Symbola (presidente Ermete Realacci), Wwf Italia chiedono in un comunicato congiunto alla conferenza delle regioni e agli enti locali di fare pressione sul governo al fine di apportare una profonda revisione dei decreti sulle rinnovabili elettriche e sul fotovoltaico che, se approvati nell'attuale versione, darebbero un colpo durissimo al settore e all'occupazione. Altrimenti, a giudizio delle associazioni, sarebbe addirittura preferibile che le regioni negassero il loro parere bloccando di fatto il provvedimento». È quanto si legge in una nota congiunta della Fondazione per lo sviluppo sostenibile, Greenpeace Italia, Kyoto club, Legambiente, Symbola e Wwf Italia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA