Città e Urbanistica

Il fotovoltaico batte la crisi, nel 2011 impianti ancora in crescita

Il solare fotovoltaico ha continuato a galoppare nel 2011, nonostante la crisi economica. Così come negli ultimi 10 anni, i mercati del fotovoltaico sono cresciuti più rapidamente del previsto. Queste le conclusioni cui giunge un rapporto sulle prospettive al 2016 del mercato del solare
fotovoltaico ('Global market outlook for photovoltaics until 2016') dell'European photovoltaic industry association (Epia) che sarà presentato in anteprima nel corso della 13esima edizione di Solarexpo, in programma alla Fiera di Verona dal 9 all'11 maggio.
Lo studio, che è in sostanza un'analisi dei dati dei mercati europei e mondiali del settore facendo previsioni per i prossimi cinque anni, mette in evidenza la crescita degli impianti nel 2011 rispetto all'anno precedente. Inoltre si afferma che il fotovoltaico, dopo idroelettrica ed eolica, è la terza fonte di energia rinnovabile in termini di capacità installata a livello globale.
Una crescita, avverte però il report, che adesso deve fare i conti con «un periodo di incertezza nel breve termine» per l'industria, pur rimanendo «buone le prospettive di una crescita nel medio e lungo termine». Sulla base dei risultati raggiunti nel 2011, e delle prospettive, l'Epia conclude che «con le condizioni politiche giuste il fotovoltaico può continuare a progredire» per competere «nei mercati chiave dell'elettricità» ed «essere una delle fonti principali di energia».


© RIPRODUZIONE RISERVATA