Gestionale

Fondo Kyoto, ecco le banche che aderiscono alla convenzione Abi-Cdp

Alessia Tripodi e Massimo Frontera

Pubblicata sul sito della Cassa Depositi e Prestiti la lista dei primi 14 istituti di credito presso i quali stipulare il contratto di finanziamento agevolato

In poco più di una settimana sono già 14 le banche che hanno aderito alla Convenzione Abi-Cdp sul Fondo Kyoto, il programma di finanziamenti agevolati per la riduzione delle emissioni messo in campo dal ministero dell'Ambiente insieme con Abi e Cdp. La lista (clicca qui ) vede in pole position il Gruppo Banca Sella che, insieme alla Banca di Credito cooperativo di Impruneta, è stato il primo ad aderire il 13 marzo scorso, seguito a stretto giro da tutte le altre. La possibilità di operare con Cd è stata offerta a tutte le banche per favorire l'accesso capillare alle risorse (600 milioni di euro suddivisi in tre anni) da parte delle imprese, degli enti pubblici e delle famiglie.

Grazie alla convenzione si potranno richiedere richiedere finanziamenti ad un tasso agevolato dello 0,50% annuo, per una durata massima di sei anni. Presso le banche sarà possibile richiedere la comunicazione dei parametri di affidabilità economico-finanziaria e la fidejussione bancaria per l'accesso al finanziamento, ma anche stipulare direttamente il contratto agevolato e ottenere tutti i documenti necessari all'erogazione dei fondi.
Nel caso di un progetto il cui costo non sia totalmente coperto dal finanziamento agevolato, gli istituti di credito potranno concedere un loro prestito per la quota parte.

In ogni caso, prima di recarsi in filiiale è necessario compilare la richiesta di accesso al Fondo Kyoto sul sito della Cdp (clicca qui ) e attendere che la domanda venga accettata.


© RIPRODUZIONE RISERVATA