Casa Fisco Immobiliare

Social housing, al via in Toscana il fondo immobiliare con Cdp

Nasce in Toscana il Fondo di housing sociale. Regione, Cassa Depositi e Prestiti e Investire immobiliare Sgr hanno firmato un protocollo di intesa per l'ingresso dell'amministrazione toscana nel Fondo Housing Toscano gestito e partecipato dalla Cassa Depositi e Prestiti.

L'obiettivo è quello di recuperare a patrimonio abitativo gli immobili ora vuoti, da rintracciare attraverso un bando che sarà presto pubblicato. L'idea era nata nella primavera del 2013 al tavolo per l'edilizia, dove si discuteva fino ad allora essenzialmente di crisi aziendali. Inizialmente l'idea era stata quella di dare vita a un fondo di social housing ma la proposta diventò poi quella di aderire ad un fondo che già esiste. Nella legge finanziaria per il 2014 era previsto uno stanziamento da 5 milioni e alla fine dell'anno scorso è stato individuato il fondo dove investirli, che è il Fondo housing toscano (Fht). Una strategia che porta a centrare due obiettivi in uno: rilanciare il settore edilizio ma anche affiancare alle tradizionali politiche abitative della Regione Toscana e alla tradizionali politiche pubbliche per l'abitare, quelle fatte di case popolari di proprietà pubblica e date in affitto, uno strumento innovativo partecipato anche da investitori privati, sia pur un privato particolare come è il privato "sociale".


© RIPRODUZIONE RISERVATA