Casa Fisco Immobiliare

Livorno, accordo Comune-Cdp su investimento di 25 milioni per alloggi

Investimento di 25 milioni di euro per la riqualificazione urbanistica (con alloggi a canone sostenibile) e la rivitalizzazione socio-economica cambiera' volto al quartiere Garibaldi/Fiorentina. Una specifica proposta avanzata nell'ottobre 2012 dal Comune di Livorno, nell'ambito del cosiddetto Piano Nazionale per le Citta' (Piano Citta'), fu infatti inserita tra quelle apprezzate dal Ministero delle Infrastrutture, per l'attenzione posta all'edilizia sociale e agli aspetti di rigenerazione urbana al fine di valutarne il finanziamento da parte di Cassa Depositi e Prestiti Investimenti Sgr per conto del Fondo Investimenti per l'Abitare - Fia.

A tal fine, nel corso del 2013, il Comune e Casalp (quest'ultima con l'assistenza tecnica esterna di Epsus Musa srl di Firenze) hanno approfondito la proposta progettuale per la quale Cdp Investimenti SGR ha espresso un interesse preliminare.

Da qui la firma di un protocollo, avvenuta nei giorni scorsi a Palazzo Comunale, tra Comune di Livorno, Casalp (che gestisce il patrimonio immobiliare pubblico dei Comuni della provincia di Livorno), Cdp Investimenti Sgr e Polaris Real Estate Sgr (per conto rispettivamente dei fondi Fia e ''Housing toscano''). Il fondo Fia secondo la normativa vigente ha la possibilita' di contribuire fino all'80% a fondi locali dedicati all'attuazione di iniziative di housing sociale.

La proposta del Comune di Livorno, denominata ''Programma edilizio Garibaldi'', in un'area che va da Porta Garibaldi a nord-est (confine con via Firenze) fino a via Jacopo Sgarallino a sud-ovest, a sud il limite dell'area dell'attuale Mercato ortofrutticolo, e a nord l'intersezione fra via Garibaldi e via Giordano Bruno, prevede: la realizzazione di 79 appartamenti da cedere in locazione a canone concordato per un periodo minimo compreso tra i 18 e i 25 anni; la realizzazione di 34 appartamenti di edilizia convenzionata, parte in vendita immediata e parte tramite affitto/riscatto a 5 anni; la realizzazione di 18 unita' commerciali/uffici al piano terra (negozi di quartiere); la ristrutturazione dei due edifici storici ex Granai, realizzandovi 10 strutture da locare a servizio del quartiere; la gestione degli edifici storici ex Bagnetti a servizio del quartiere che saranno ristrutturati direttamente dal Comune di Livorno; opere di urbanizzazione e riqualificazione diffusa degli spazi pubblici.

Sono previste anche nuove infrastrutture per il welfare urbano (servizi sociali e assistenziali). Nell'ambito del progetto, e' prevista, per il Mercato ortofrutticolo, una sua delocalizzazione in altra area, attualmente individuata nel comparto del Picchianti.

La societa' Polaris, a seguito della firma del protocollo, procedera' all'elaborazione di una proposta relativa allo studio di prefattibilita' riferito alla realizzazione dell'intervento. Il Comune acquisita la proposta ne valutera' l'interesse pubblico e, in caso di esito positivo, provvedera' all'espletamento di una procedura di evidenza pubblica che rappresenti la migliore opzione per l'Amministrazione ai fini dell'attuazione del progetto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA