Casa Fisco Immobiliare

Mutui casa con provvista Cdp, sconto di un punto di spread per il Credito Valtellinese

Massimo Frontera

Sconto fino a un punto di spread (oltre all'esenzione dall'imposta sostitutiva). È quanto offre il Credito Valtellinese nella sua proposta di mutuo agevolato "Plafond Casa Cdp" a tasso fisso e variabile

Credito Valtellinese ha definito la sua offerta di mutui casa agevolati in base alla convenzione Abi-Cdp. Lo ha comunicato il gruppo Creval in una nota, informando anche di aver chiesto a Cassa depositi e prestiti 30 milioni a valere del plafond di due miliardi destinato appunto alla concessione di mutui casa a condizioni migliorative rispetto alla normale offerta praticata dallo stesso gruppo bancario. I fondi serviranno a concedere mutui per l'acquisto e/o la ristrutturazione della casa.

Ma ecco nel dettaglio cosa cambierà - per i contraenti. Lo spread massimo applicabile sarà di 5,5 punti (sia per il tasso fisso che per il variabile), cioè mezzo punto in meno rispetto al limite massimo applicato di norma sui mutui concessi dal gruppo Creval.
Maggiore convenienza per lo spread minimo, in cui lo sconto sarà di un punto. L'offerta di Creval varia in funzione dell'importo massimo finanziabile. Se il rapporto loan to value si mantiene inferiore al 50% lo spread minimo sarà di 2,5 punti. Tra il 51% e l'80% del loan to value lo spread minimo sale a 3 punti (il normale livello di spread minimo dei mutui Creval è pari, rispettivamente a 3,50 e 4 punti). Anche in questo caso l'agevolazione riguarda sia i mutui a tasso fisso che quelli a tasso variabile.

Nulla cambierà per quanto riguarda il "loan to value" in quanto l'importo finanziabile potrà arrivare fino all'80%, che è il normale limite definito dal gruppo Creval per i suoi prestiti casa. Il vantaggio sarà sullo spread.

Creval sottolinea che i mutui "plafond casa Cdp" saranno esenti dall'applicazione dell'imposta sostitutiva. Il contraente in questo caso si risparmia di pagare una somma pari allo 0,25% (per le prime case) o al 2% (per gli altri immobili).

Oltre a queste due proposte base - mutuo a tasso fisso e variabile - il gruppo Creval aggiunge altre due proposte, che ricalcano le seguenti soluzioni. Il primo tipo di prestito è a tasso fisso e consente di esercitare ogni due anni l'opzione per passare al tasso variabile (e viceversa). In questo caso lo sconto sullo spread varia tra 0,50 a un punto di spread. Il secondo tipo di mutuo è un tasso variabile "cappato". In questo caso il risparmio con l'opzione Cdp varia da 0,25 a 0,50 punti di spread.

«Con i primi 30 milioni di euro di fondi del plafond richiesti a Cdp - ha detto Mauro Selvetti, vicedirettore generale del Credito Valtellinese - abbiamo realizzato un'offerta dedicata di mutui agevolati con vantaggi in termini di spread e di esenzione dall'imposta sostitutiva. I nostri clienti potranno così acquistare la propria casa cogliendo le favorevoli occasioni offerte dall'attuale mercato immobiliare. Il fatto di essere tra le banche che hanno aderito al "Plafond Casa" denota l'attenzione del Credito Valtellinese, nell'ambito delle iniziative promosse dal sistema, al sostegno delle famiglie nel persistere delle difficoltà dell'attuale contesto economico».

Mutuo casa facile plafond casa Cdp (link )
Mutuo casa facile tasso fisso plafond casa Cdp (link )
Mutuo doppia scelta plafond casa Cdp (link )
Creval mutuo protetto plafond casa Cdp (link )

Schema che evidenzia le condizioni migliorative dei mutui Creval con plafond Cdp (link )

Tutti i mutui casa del Credito Valtellinese (link )


© RIPRODUZIONE RISERVATA