Casa Fisco Immobiliare

Mutui casa con plafond Cdp: arriva IntesaSanpaolo, 7 aprile i primi soldi

Massimo Frontera

Si aggiunge un altro big del credito dopo l'adesione di Unicredit (a febbraio scorso). Gli istituti aderenti sono finora 22, di cui 17 sono banche del sistema Bcc

Anche Intesa Sanpaolo aderisce formalmente alla convenzione Abi-Cdp che regola l'accesso al plafond di 2 miliardi destinati a finanziare mutui casa a un tasso leggermente più conveniente rispetto agli spread normalmente praticati dai vari istituti.

Il nome del big del credito compare nell'ultimo aggiornamento periodico fornito da Cassa depositi e prestiti sugli istituti che man mano completano le procedure di adesione alla convenzione (il comunicato di Cdp si può scaricare dal link in fondo alla pagina).

Dopo Unicredit (che ha formalizzato l'adesione lo scorso 24 febbraio) compare dunque un altro istituto di prima grandezza, peraltro annunciato. Il nome di Banca IntesaSanpaolo compare infatti nella lista diffusa lo scorso 4 febbraio dall'Abi nel quale venivano comunicate le banche «aderenti e in fase di adesione» alla convenzione sottoscritta tra Abi e Cassa depositi e prestiti lo scorso 20 novembre.

L'adesione di Banca IntesaSanpaolo viene formalizzata a ridosso della data in cui gli istituti aderenti potranno ricevere i primi soldi. Per il prossimo mese di aprile la data - prevista dalla convenzione il 5 di ogni mese - slitta a lunedì 7 in quanto sabato gli istituti sono chiusi.

Lo scorso 4 febbraio l'Abi aveva anticipato i nomi delle prime 20 banche che avevano intenzione di aderire alla convenzione. Ad oggi però - se si guarda alla lista degli istituti che hanno tecnicamente ultimato la procedura di adesione - molti nomi mancano all'appello. Le banche già operative sono Unicredit, Banca Sella, Credito Valtellinese, IntesaSanpaolo e Cassa di risparmio di Ravenna. Poi ci sono 17 banche del sistema del credito cooperativo (che nella lista dell'Abi del 4 febbraio erano riassunte nell'unico istituto "capofila" di Iccrea Banca).

Ecco di seguito la lista delle banche aderenti alla convenzione Abi-Cdp siglata il 20 novembre scorso, in ordine cronologico, in base alle comunicazioni di Cdp (aggiornate nelle date indicate tra parentesi): Banca Sella (31 gennaio); Credito Valtellinese (7 febbraio); Banca di credito cooperativo di Riano (13 febbraio); Cassa di Risparmio di Ravenna (14 febbraio); Unicredit, Credito cooperativo Ravennate ed Imolese, Banca di credito cooperativo di Spello/Bettona e Banca di credito cooperativo "Giuseppe Toniolo" di Genzano (24 febbraio); Banca di credito cooperativo di Cambiano (27 febbraio); Banca di Ripatransone-Credito cooperativo (28 febbraio); Banca Santo Stefano-Credito cooperativo-Martellago-Venezia (3 marzo); Banca di credito cooperativo di Napoli, Cassa rurale di Lavis-Val di Cembra (5 marzo); credito cooperativo di Frascati (11 marzo); Banca Alpi Marittime-Credito cooperativo Carrù, Credito cooperativo Castenaso (13 marzo); Credito cooperativo di Ostra e Morro d'Alba, Credito cooperativo San Giovanni Rotondo, Credito cooperativo delle Prealpi (27 marzo); Banca di credito cooperativo dei comuni cilentani, Banca di credito cooperativo di Cesena e Ronta (28 marzo); Banca Intesa Sanpaolo (31 marzo).

Scarica l'ultimo comunicato di Cdp con la lista delle banche aderenti alla convenzione "plafond casa" (link )

Scarica la lista dell'Abi del 4 febbraio scorso con le 20 banche aderenti (link )

Scarica il testo della convenzione Abi-Cdp sottoscritta il 20 novembre (testo aggiornato dopo l'integrazione del 18 dicembre) (link )


© RIPRODUZIONE RISERVATA