Casa Fisco Immobiliare

Federcasa: «L'edilizia pubblica esclusa dalla campagna elettorale»

«L'edilizia residenziale pubblica e i problemi dell'abitare, sono stati completamente trascurati negli ultimi anni, e cosa ancora più grave, esclusi dall'attuale campagna elettorale. Il problema della casa è drammatico perché non ci sono risorse, perché c'è una fiscalità che colpisce in modo particolare l'edilizia residenziale pubblica e soprattutto per la mancanza di una governance del sistema». Lo dichiara Venanzio Gizzi, direttore generale di Federcasa.

L'Italia è l'unico paese d'Europa nel quale le politiche della casa sono state delegate alle regioni – prosegue Gizzi – mentre le assegnazioni delle abitazioni sono affidate ai comuni e la gestione agli enti, anch'essi regionali. Capita che cittadini con lo stesso reddito, ma residenti in regioni diverse, abbiano canoni d'affitto differenti. Diverse anche le modalità d'assegnazione degli alloggi. Servono regole generali, una governance chiara. Il Parlamento che uscirà dalle urne si faccia carico di tutto questo».

«Alla prossima legislatura, al nuovo Governo, chiediamo dunque più attenzione, più equità, meno fiscalità – conclude il direttore generale di Federcasa –, e soprattutto forme di investimento sicure nell'edilizia residenziale pubblica, che possano portare alla realizzazione di abitazioni sia a canone sociale sia a fitto calmierato, il tutto senza consumare ulteriormente il suolo del nostro Paese».


© RIPRODUZIONE RISERVATA