Casa Fisco Immobiliare

Prisma Sgr investe nel fondo Abitare sostenibile Marche e Umbria

Prisma Sgr si attiva a sostegno del progetto "Abitare Sostenibile Marche e Umbria". Il progetto - spiega una nota - si realizzerà con la costituzione di un fondo comune di investimento immobiliare chiuso che sarà gestito da Prisma Sgr e si focalizzerà sulla realizzazione di interventi di edilizia residenziale sociale integrata con funzioni commerciali e servizi dedicati agli anziani ed opererà nelle Marche e in Umbria.

Il Fondo avrà un target di investimento di circa 90 milioni di euro e prevederà tra i suoi investitori primarie fondazioni bancarie locali. Il progetto del fondo nasce per riorganizzare il sistema dell'edilizia sociale in un territorio caratterizzato da un progressivo invecchiamento della popolazione con un tasso di disoccupazione del 6,6% (con punte di oltre il 22% tra i giovani) e dalla progressiva riduzione dei finanziamenti pubblici, a fronte dei quali le politiche sociali sono gestite su base strettamente locale.

Lo strumento mira ad aggregare imprese e cooperative per rispondere alla domanda di alloggi e servizi a carattere sociale, promuovendo un'azione di coordinamento tra le diverse esigenze sul territorio.

La rete di promotori, che saranno anche investitori del Fondo fin dalla sua costituzione, è composta dal Gruppo KGS e dalle cooperative di abitazione e sociali Villaggio dell'Amicizia Società Cooperativa, Tecno Habitat Società Cooperativa, Consorzio Sociale Centopercento Onlus e dalle imprese private Esis, Edileco Telarucci, B.C. Costruzioni, Alca Immobiliare e GreenerG. Obiettivo dell'iniziativa è individuare ed investire sia in progetti di sviluppo immobiliare che in edifici in fase di realizzazione o già esistenti.

La prima fase del Progetto ‘Abitare Sostenibile Marche e Umbria' prevede la realizzazione di un totale di 315 alloggi tra cui 196 alloggi sociali per circa 18.500 mq di superficie vendibile, 104 alloggi in edilizia convenzionata per 10.800 mq, 3 strutture sanitarie con 260 posti letto e circa 1.250 mq a destinazione commerciale, sia per la vendita convenzionata che per la locazione a un canone agevolato. L'area geografica di intervento copre 15 Comuni compresi tra le Province di Ancona, Ascoli Piceno, Fermo, Macerata, Pesaro e Urbino.


© RIPRODUZIONE RISERVATA