Casa Fisco Immobiliare

Provincia contro il social housing nell'agro romano

Tutelare l'agro romano e la sua vocazione agricola da varianti urbanistiche dal piano regolatore generale del comune di roma e verificare, attraverso gli uffici provinciali, che gli interventi proposti dal comune di roma siano compatibili con il vigente piano territoriale provinciale generale e con gli ambiti di applicazione della disciplina della rete ecologica provinciale.

È quanto chiede la mozione presentata dal partito democratico approvata oggi dal consiglio provinciale di roma. A darne notizia in una nota, il primo firmatario consigliere Massimiliano Massimiliani.

La mozione, spiega, «impegna anche il presidente a chiedere, alla luce dell'ultimo decreto del governo sulla istituzione delle aree metropolitane, un tavolo permanente con il Comune di Roma sulle questioni di interesse metropolitano, tra cui si inserisce la realizzazione del piano di housing sociale e la variante urbanistica del comune di roma. Il piano per il reperimento di aree ed edifici da utilizzare per l'housing sociale del campidoglio, infatti, renderebbe edificabili 2.300 Ettari di aree agricole, imponendo ai cittadini 22 milioni di metri cubi di cemento. Il piano cosiddetto di "housing sociale" dell'amministrazione Alemanno devasterebbe migliaia di ettari di terreno, comprensivi di aree naturali protette, tutelate dal piano paesaggistico regionale»


© RIPRODUZIONE RISERVATA