Casa Fisco Immobiliare

Gara in Trentino: obiettivo 500 alloggi. Base d'asta di 13,75 milioni per la gestione

Massimo Frontera

C'è tempo fino al 10 settembre per partecipare alla gara per selezionare la sgr del futuro fondo di social housing promosso dalla Provincia autonoma di Trento

Al via la gara per selezionare il gestore del futuro fondo del valore complessivo di 100 milioni e che punta a a realizzare 500 nuovi alloggi di social housing nel territorio della Provincia, considerata una prima tranche di un programma di 2000 alloggi in totale. Il bando di gara , pubblicato sulla Gazzetta ufficiale europea lo scorso 26 maggio, prevede un'importo stimato a base dell'appalto di 13.750.000 euro. Aggiudicazione in base al criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa. Tra gli elementi che verranno maggiormente premiati ci sono le «caratteristiche progettuali e realizzative» degli interventi, che pesano per 18 punti su 100, e le «strategie di gestione», che pesano per 15 punti su 100. Gli elementi economici pesano per 30 punti su 100. Per presentare un'offerta c'è tempo fino al prossimo 10 settembre.

Il fondo. L'ammontare minimo del fondo è di 40 milioni di euro per realizzare almeno 180 alloggi. È quanto si legge nei documenti gara e in particolare nel disciplinare . Il fondo durerà 25 anni.

Requisiti. Ai concorrenti si richiede di aver già istituito almeno un fondo immobiliare di almeno 80 milioni. Si chiede inoltre di avere in bilancio almeno un milione di euro di commissioni di gestione. La terza condizione è di avere un valore di asset gestiti pari a 100 milioni.

Il Business Plan. L'oggetto del business plan è «l'acquisto e/o la realizzazione di 500 alloggi da locare a canone moderato».

Le quote del fondo. I quotisti vengono suddivisi tra investitori privati (quotisti A) e investitori pubblici (quotisti B). Tra i primi c'è la Sgr di Cassa depositi e Prestiti, che - si legge nel disciplinare di gara - «potrà sottoscrivere fino a un massimo del 40% del totale degli importi sottoscritti del Fondo Housing Sociale Trentino». La Provincia di Trento potrà sottoscrivere quote tra l'11 e il 20% del fondo.

Le offerte. Vanno presentate all'Agenzia provinciale per gli appalti e contratti della Provincia (Servizio Appalti - Ufficio gestione gare) Via Dogana, 8. Il responsabile unico del procedimento è
Enrico Sartori - Telefono 0461496444 - Mail: serv.appalti@provincia.tn.it


© RIPRODUZIONE RISERVATA