Casa Fisco Immobiliare

Federcasa e sindacati: «Servono fondi per le politiche abitative»

Federcasa (l'associazione che riunisce gli ex Iacp) insieme a Cgil, Cisl e Uil chiedono che i temi dell'abitare tornino al centro del dibattito politico. «Non ci sono dubbi - si legge in una nota stampa congiunta - che ci sia una forte connessione tra le politiche abitative con quelle sociali e di welfare. Tant'è che una possibile sinergia di intervento rappresenta la possibilità di incidere maggiormente nella riduzione del disagio e allo stesso tempo può rappresentare un veicolo di crescita economica ed occupazionale». «La questione abitativa - sottolinea sempre la nota - da anni è divenuta un'emergenza nazionale. Sono sempre di più le famiglie che non riescono a trovare un alloggio che risponda alle proprie esigenze economiche. Il disagio abitativo dunque non riguarda più solamente le categorie tradizionalmente svantaggiate, ma sta diventando un vero e proprio fenomeno sociale che investe trasversalmente la società».

Pertanto, Federcasa, Cgil, Cisl e Uil hanno ribadito l'urgenza di trovare soluzioni che diano risposte concrete a questo disagio, a cominciare dall'emergenza sfratti, la maggior parte dei quali sono per morosità. Inoltre è stata evidenziata la necessità di ripristinare un flusso di finanziamenti certi e costanti, in parte provenienti dalla fiscalità generale, che permettano di far uscire in tempi brevi il Paese dall'emergenza abitativa e ricollochi la politica della casa in una costante, normale e programmabile gestione. Un sistema fiscale più coerente ed orientato può inoltre determinare la creazione di condizioni di concorrenza nel settore dell'edilizia residenziale: stessi prelievi tributari per immobili di enti diversi, uguale trattamento tra settore pubblico e privato in merito alla possibilità di accedere alle agevolazioni fiscali del 36% delle ristrutturazioni e del 55% per la riqualificazione energetica.


© RIPRODUZIONE RISERVATA