Casa Fisco Immobiliare

Roma, bando entro l'estate per le residenze universitarie

Giulia Del Re

Si punta a dare in affitto alloggi da 20 mq a 300-400 euro, rispetto ai 500 euro per posto letto del mercato odierno

Bando in arrivo entro l'estate, da parte del Campidoglio, per trasformare edifici o terreni in residenze universitarie da locare a canone calmierato.
Requisito richiesto dal bando è che gli edifici siano localizzati in zone universitarie della città. Ai privati si offre la possibilità di cambiare in residenziale la destinazione d'uso del loro immobile, magari da tempo dismesso. In cambio, i proprietari si impegnano ad affittare le residenze universitarie realizzate ad un costo di circa 300-400 euro per un appartamento di circa 20 metri quadrati, spese incluse. Il vincolo temporale all'affitto a canone concordato per i proprietari è da definire. Mentre gli uffici stanno definendo i criteri del bando che l'amministrazione comunale ha annunciato di voler pubblicare entro l'estate, il sindaco Gianni Alemanno ha firmato un accordo con 10 atenei romani per promuovere la realizzazione di housing universitario. L'obiettivo è abbattere il fenomeno degli affitti in nero - molto diffusi nella capitale e a prezzi che raramente scendono al di sotto dei 500 euro mensili per una stanza singola – e, allo stesso tempo, fornire una maggiore garanzia alloggiativa agli 80mila studenti fuori sede della capitale mettendo a disposizione sistemazioni a canone "sociale". Sempre in base all'accordo, il Campidoglio sta studiando la possibilità, per le famiglie di studenti fuori sede a Roma, di detrarre dalle tasse il costo degli affitti dei loro figli, fino a un massimo di circa 2.600 euro annui.
A Roma, ci sono circa 92mila studenti fuori sede e solo 3.284 alloggi universitari disponibili. L'accordo tra Campidoglio e Atenei mira a realizzarne 80mila, facendo leva sul bando per la ricognizione di edifici dismessi nelle zone universitarie oppure su progetti di sviluppo a carico delle varie università capitoline. In più, come ha ricordato l'assessore capitolino al Patrimonio Lucia Funari, "nell'attuazione del Piano casa capitolino sono già previsti 3 bandi per la creazione di 4.400 alloggi al costo di 6 euro al metro quadrato al mese". Quella degli alloggi per gli universitari, secondo il sindaco Gianni Alemanno, "è una questione strategica. Spesso per gli studenti fuori sede a Roma trovare casa è molto difficile e oneroso: è giusto, quindi, attivare tutte le procedure possibili per trovare una soluzione a questo problema. I bandi che abbiamo intenzione di pubblicare, tra l'altro, avranno anche l'effetto di muovere l'economia".


© RIPRODUZIONE RISERVATA