Casa Fisco Immobiliare

Sardegna, al via l'esperimento del fondo immobiliare

Flavia Landolfi

Ricalca il modello nazionale e il suo Piano di edilizia abitativa con la creazione di un Fondo regionale dedicato all'housing sociale. A questo scopo la Sardegna ha impegnato 12 milioni di euro e sta promuovendo la partecipazione della Fondazione Banco di Sardegna con anche Cassa depositi e prestiti Investimenti Sgr che contribuirà con una quota pari al 40% alla disponibilità del fondo immobiliare. Con la delibera 25/58 del 19 maggio 2011 (Decreto legge 25 giugno 2008, n. 112, articolo 11, convertito con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133 e D.P.C.M. del 16.4.2009. Manifestazione d'interesse "Progetti pilota di housing sociale". Elenco proposte e procedure costituzione Fondo immobiliare) la Regione ha acceso semaforo verde a 16 progetti pilota elaborati da altrettanti Comuni sardi, dalle cooperative edilizie e da imprese di costruzione per un totale di 185 milioni di euro di investimento complessivo di cui il 30% provenienti da investimenti privati.

Dei 22 Comuni che hanno presentato il progetto e sono risultati ammissibili al finanziamento (alcuni accorpando le proposte in una cordata) il fabbisogno abitativo è di 3868 alloggi. Di questi i progetti ammessi non ne coprono nemmeno la metà: 1123 in tutto. I progetti sono localizzati ad Alghero, Quartu Sant'Elena, Sassari, Oristano, Carbonia, Cagliari, Bosa, Pau, Tempio Pausania, per citarne alcuni. In particolare, entrando nel vivo dei singoli progetti, il Comune di Cagliari ha presentato un progetto per 250 alloggi (contro un fabbisogno di 866 unità immobiliari) per un intervento che costa complessivamente 54,8 milioni di euro (15 milioni di risorse pubblico–private e altri 39 milioni di richiesta al Fondo immobiliare regionale). Un altro intervento di rilievo è quello presentato da Res Investments a Oristano per la realizzazione di 110 alloggi contro un fabbisogno di 150. Il costo del progetto è di 25,5 milioni (5 milioni pubblici–privati e 20 milioni chiesti al Fondo).

Meno "ambizioso" il progetto per Sassari presentato dalla cooperativa Ope, dal Comune e da Area (Azienda regionale per l'edilizia abitativa): una copertura di 85 alloggi, contro i 1213 che sarebbero necessari. Il costo dell'opera è di quasi 13,7 milioni di cui 11,9 richiesti al Fondo e 1,7 milioni messi a disposizione da risorse pubblico–private.
Infine, la politica di gestione della "cassa" per il social housing trova spazio in un documento elaborato dalla Regione. Tra le iniziative quella di un bando pubblico per la selezione della Sgr che istituisce il Fondo (con denaro regionale e partecipazione da parte del Fondo investimenti per l'abitare). In capo al Fondo le funzioni di selezione e realizzazione degli interventi di social housing, nonchè la vendita e la locazione (anche con patti di futura vendita) degli alloggi costruiti o recuperati.


© RIPRODUZIONE RISERVATA