Casa Fisco Immobiliare

Generali raddoppia l'investimento

Le Generali raddoppiano l'investimento nel Fondo di housing sociale della Cassa Depositi e Prestiti, portandolo a 200 milioni. Il gruppo del Leone di Trieste, secondo quanto riferisce l'agenzia Radiocor, é l'investitore che ha consentito di raggiungere il target di raccolta del Fondo Investimenti per l'abitare (Fia), pari a 2 miliardi, che é il volano del piano casa varato dal governo nel 2009. Le Generali avevano già sottoscritto 100 milioni nel 2010 quando alla presidenza della compagnia c'era Cesare Geronzi.

Tra i sottoscrittori del fondo, promosso e gestito da Cdpl, la sgr della Cassa, c'é la stessa Cassa Depositi e Prestiti con 1 miliardo, Intesa San Paolo e UniCredit (250 milioni a testa) Allianz (100 milioni) nonché con quote inferiori Mps, UbiBanca e Banco Popolare. Nutrita anche la pattuglia delle casse previdenziali private, tra le quali l'Inpgi.

L'obiettivo del Fondo Investimenti per l'abitare é di realizzare 40mila alloggi di edilizia sociale entro il 2015. Con un patrimonio di 2 miliardi, il Fia può attivare interventi per 7-9 miliardi secondo stime recenti della sgr.

Il Fondo é strutturato per partecipare alle iniziative di edilizia sociale varate dai fondi costituiti sul territorio con un impegno che non può superare il 40% del totale. Si tratta
quindi di fatto di un fondo di fondi. Fino ad oggi il Fia ha sottoscritto impegni preliminari per circa 480 milioni. Le delibere definitive sono pari a circa 120 milioni. Nell'azionariato
della sgr CdpI oltre alla Cassa ci sono anche l'Abi e l'Acri.


© RIPRODUZIONE RISERVATA