Casa Fisco Immobiliare

Obiettivo 400 alloggi
in Italia centrale

Lorenzo Bordoni

Cdp Investimenti Sgr ha sottoscritto la disponibilità a investire 24 milioni per progetti gestiti da Focus Gestioni sgr

Costruire alloggi a prezzi calmierati destinati a persone che non riescono a soddisfare le proprie esigenze abitative sul mercato. È questo lo scopo della deliberazione assunta dalla società di gestione del risparmio della Cassa depositi e prestiti (Cdpi Sgr) per Marche e Umbria. La neonata realtà economica è stata creata proprio per sviluppare il social housing nelle due regioni del centro Italia. L'atto ufficiale è stato l'approvazione, in via preliminare, della sottoscrizione fino al 40% da parte della Sgr di quote del fondo "Abitare sostenibile Marche e Umbria" (fondo Asmu) per un valore massimo di 24 milioni di euro. IL fondo è gestito da Focus Gestioni Sgr. L'obiettivo dell'iniziativa è quello di arrivare a realizzare complessivamente circa 400 unità immobiliari tra le due regioni.
Il fondo, promosso da Legacoop, Confcooperative, Ance e fondazioni bancarie locali, prevede la realizzazione di edifici sociali ma anche – in misura minore – servizi sanitari e funzioni compatibili, tra cui le residenze per anziani. In sostanza, abitazioni per le categorie della cosiddetta "fascia grigia", non considerate a rischio tanto da poter accedere alle case popolari ma comunque difficilmente in grado di reperire senza aiuti statali i fondi necessari all'acquisto di un'unità immobiliare. Il veicolo per finanziare le opere, gestito dalla società Focus gestioni Sgr (realtà del gruppo Banca delle Marche che investe in piccole e medie imprese prevalentemente localizzate nel centro Italia) nasce con l'obiettivo di raccogliere circa 120 milioni di euro da investire in progetti di edilizia sociale nelle due regioni. Il progetto può dirsi pilota visto che la Sgr locale sarà la quinta a livello nazionale finanziata dalla società di gestione della Cassa depositi e prestiti. L'istituzione del fondo Asmu è poi una delle prime realizzazioni del piano casa nazionale che prevede un sistema integrato di fondi immobiliari per lo sviluppo del social housing, l'offerta di alloggi a prezzi calmierati per categorie come studenti, anziani, famiglie monoreddito e altri soggetti in condizione di debolezza o di svantaggio.
A livello nazionale, salgono così a dieci le delibere preliminari assunte da Cdpi Sgr, per complessivi 370 milioni di euro circa di investimenti potenziali del fondo. Di questi, 50 milioni sono già stati assegnati in via definitiva. Se tutte le delibere preliminari si trasformassero in definitive, entro gennaio 2013, si arriverebbe così alla realizzazione di circa 7.900 alloggi sociali, a cui si aggiungono altri investimenti immobiliari


© RIPRODUZIONE RISERVATA