Casa Fisco Immobiliare

In Emilia la quota maggiore di risorse

Massimo Frontera

Nel consiglio regionale dell'Emilia Romagna il Pdl all'attacco sulla gestione dei fondi per contrastare l'edilizia sociale.


Una «incredibile penalizzazione» sul fronte dell'edilizia sociale. Perché il bando regionale finanzia «645 alloggi in emilia e solo 40 alloggi in romagna». A Forlì, poi, «non é stato finanziato nemmeno un appartamento». Sono i calcoli di Luca Bartolini, consigliere regionale del pdl, che ha presentato un'interrogazione sul programma di edilizia residenziale sociale 2010 della regione. «In passato avevo già denunciato uno sbilancio dei contributi verso l'Emilia», ma oggi, incalza il berlusconiano, «il tutto si ripete con uno sbilancio senza precedenti». Il grosso dei finanziamenti «è andato a otto cooperative emiliane, ovviamente tutte cooperative rosse aderenti alla legacoop», puntualizza Bartolini. E «se il grosso delle risorse arriva all'Emilia, vuol dire che gli interventi saranno praticamente tutti concentrati da Bologna a Piacenza: nell'elenco dei progetti messi a finanziamento, infatti, su 40 interventi di edilizia sociale finanziati dalla regione, 37 sono concentrati in Emilia e 3 in Romagna, di cui due a Ravenna e uno a Modigliana. A Forlì, invece, nemmeno un appartamento».
Ma quel che fa la differenza, secondo Bartolini, «è il numero di alloggi finanziati: in Emilia sono ben 645 (il 94% del totale), in Romagna solo 40. Insomma, possiamo dire che la Romagna, ancora una volta, è stata dimenticata dalla regione, che come al solito si è premurata bene di finanziare anche cooperative che sono in fortissima difficoltà e che forse non riusciranno nemmeno a portare a termine gli interventi che hanno presentato al bando». Il modus operandi della giunta regionale «è quanto mai discutibile e mi meraviglio che la rete delle cooperative rosse romagnole se ne stia zitta e supina», conclude il consigliere.


© RIPRODUZIONE RISERVATA