Gestionale

Fibre Net potenzia la sicurezza nell'aeroporto di Calgary

La sicurezza negli aeroporti è sempre di più "made in Italy". L'ultimo caso in ordine di tempo è la scelta, a livello internazionale, di una nuova tecnologia tutta italiana adottata dalla direzione dell'aeroporto internazionale di Calgary, in Canada. Qui è stata posizionata una nuova recinzione, per oltre tre chilometri di lunghezza, ideata e prodotta da Fibre Net, azienda leader nel settore per lavorazioni di FRP (tecnica del placcaggio fibrorinforzato) con sede a Udine, in Friuli Venezia Giulia. In particolare la rete di recinzione sarà utilizzata per proteggere l'area di installazione di un nuovo impianto radar meteo, che l'aeroporto ha acquistato e installato intorno alle sue piste.

La tecnologia adottata all'aeroporto di Calgary è nata sulla specifica di utilizzare strutture tecnologicamente avanzate che consentano l'eliminazione di eventuali tracce spurie sui segnali radar e che, nel contempo, garantiscano la massima sicurezza in caso di manomissione o intrusione nella rete di protezione dell'area del radar. Per questo, dopo una attenta valutazione fra molti competitors internazionali, la direzione dell'aeroporto di Calgary ha scelto il materiale "made in Italy" di Fibre Net. L'azienda udinese è già presente con la sua rete di protezione di massima sicurezza in altri aeroporti nel mondo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA