Gestionale

Nuova mappa del rischio per individuare i grattacieli a rischio crollo

Realizzata una nuova mappa del bacino di Osaka, Giappone, che identifica quali sono i grattacieli a più alto rischio sismico. La ricerca dell'Osaka Institute of Technology è stata pubblicata sul Bulletin of the Seismological Society of America. Il bacino di Osaka ospita molti grattacieli che si ergono su sedimenti morbidi e che, per questo, a lungo termine sono molto vulnerabili ai terremoti.

La nuova mappa creata dai ricercatori giapponesi aiuterà ingegneri e urbanisti a identificare, attraverso il potenziale di vibrazione della risonanza, gli edifici a rischio e a costruirne di più sicuri. La mitigazione dei danni futuri é di grande importanza in una regione così popolata che, secondo la letteratura scientifica, è soggetta a un terremoto almeno di magnitudo 8 ogni secolo.

Secondo lo studio eseguito con un modello sottosuperficiale tridimensionale del bacino, la maggior parte dei grattacieli sono a minimo rischio per le vibrazioni di risonanza per i forti movimenti del suono ma per alcuni grattacieli esiste un «rischio preoccupante» per queste vibrazioni e dovrebbero essere compiuti con urgenza lavori di adeguamento sismico.


© RIPRODUZIONE RISERVATA