Gestionale

Con la riqualificazione energetica pronti 30mila posti di lavoro

Se in Italia si avviasse il mercato delle riqualificazioni energetiche degli edifici pubblici e privati esistenti potrebbero crearsi 30 mila nuovi posti di lavoro per i prossimi 10 anni, con investimenti pari a 17,5 miliardi di euro. Questo quanto emerso dal Convegno «Contratti e bancabilità per l'efficienza energetica degli edifici», organizzato da Federcasa e dalla Fondazione per lo sviluppo sostenibile con la collaborazione di Casa spa, nell' ambito di Energy Day.
«La direttiva sull'efficienza energetica in corso di approvazione a Bruxelles - ha detto Paolo degli Espinosa, della Fondazione per lo sviluppo sostenibile - prevede per l'edilizia un fatto nuovo, l'impegno vincolante per la proprietà edilizia delle amministrazioni centrali a provvedere, ogni anno, all' efficientamento energetico del 3% del loro patrimonio, valutato intorno a 60 miliardi. Ogni anno, quindi, va riqualificato energeticamente un valore immobiliare di circa 2 miliardi.
Si tratta di un nuovo mercato, che può essere attraente anche per le proprietà dei comuni e delle province. In tal modo, le amministrazioni pubbliche potranno svolgere anche un ruolo pilota verso il patrimonio edilizio privato, circa 10 volte maggiore».


© RIPRODUZIONE RISERVATA