Lavori Pubblici

Social housing, nel Lazio in arrivo piano da 2mila alloggi di edilizia agevolata

M.Fr.

Pressing dei costruttori edili: approvazione in ritardo. L'assessore regionale alle Politiche abitative Fabio Refrigeri: delibera pronta per l'esame in giunta

«Stiamo per dare il via libera finale a un programma nato 11 anni fa. Stiamo dando la possibilità di attuare un programma per l'edilizia agevolata che vale 56 milioni di euro e che consentirà a imprese e cooperative di realizzare circa 2000 alloggi su aree pubbliche». Fabio Refrigeri fa sapere che il programma avviato con la delibera n.355 del 2004 è in ormai in dirittura d'arrivo: «La delibera è pronta e sarà portata in giunta alla prima riunione utile», assicura l'assessore della giunta Zingaretti.

Nella stessa giornata, i costruttori edili della regione Lazio hanno lanciato una dura accusa verso la giunta regionale. In un comunicato, il presidente dei costruttori, Stefano Petrucci, giudica «un atto grave la mancata approvazione da parte della Giunta regionale della delibera riguardante le nuove direttive per gli interventi di edilizia sociale a Roma del bando DGRL 355/2004». «Così facendo - prosegue la nota - si rimanda ancora una volta lo sblocco dei primi finanziamenti, pari a 53 milioni, circa la metà degli investimenti necessari, e si sposta in avanti la definizione delle regole e dei criteri relativi alla costruzione di circa 5000 alloggi destinati a canone sociale».

«Mi stupisce molto l'iniziativa dei costruttori - replica Fabio Refrigeri - dopo il grande lavoro fatto per rimettere in moto il programma di 11 anni fa, e dopo le molte altre iniziative che consentiranno, finalmente, di mettere a disposizione nuovi alloggi, sia per l'acquisto sia per l'affitto a prezzi stabiliti. Nel caso dell'affitto a un canone di 5 euro per mq all'anno, con un contributo per le imprese di 35mila euro ad alloggio».


© RIPRODUZIONE RISERVATA