Lavori pubblici

Toscana: niente termovalorizzatore, riconversione a Selvapiana

Non sarà realizzato l'impianto di termovalorizzazione di Selvapiana in provincia di Firenze ma verrà studiato un progetto di riconversione.
Lo stabilisce il protocollo d'intesa che hanno firmato la Regione Toscana, i Comuni interessati, l'Ato Toscana Centro e le due società Aer Spa e Aer Impianti.
Prendendo atto della volontà dei Comuni, gli enti si impegnano a procedere per cancellare l'impianto dalla pianificazione e individuare una soluzione che ne escluda la realizzazione. Questo in considerazione dell'andamento della produzione dei rifiuti urbani e dello sviluppo e del raggiungimento degli obiettivi di raccolta differenziata che al momento é a quota 59%. A questo si aggiungono le valutazioni riguardo la sostenibilità dei costi di smaltimento.

L'impianto di Selvapiana, una volta riconvertito grazie a investimenti di valorizzazione coerenti con la strategia europea di gestione dei rifiuti e anche in un'ottica di green economy, dovrà restare al servizio della gestione dei rifiuti.

Entro il 31 dicembre 2015, la Regione Toscana dovrà realizzare le sue valutazioni in accordo con Ato Toscana Centro. Per quanto riguarda i costi di progettazione ed i costi sostenuti per la realizzazione dell'impianto quantificabili complessivamente in una somma non superiore a euro 3 milioni, i Comuni si impegnano a richiedere ad Ato di individuare soluzioni che consentano di provvedere, attraverso la tariffa per la gestione dei rifiuti urbani, alla copertura dei costi
sostenuti che saranno comunque ripartiti tra i 68 Comuni dell'Ato entro il 30 giugno 2017.


© RIPRODUZIONE RISERVATA