Lavori pubblici

Plafond di 2,6 miliardi per Pmi da Banca Intesa

Intesa Sanpaolo mette a disposizione delle piccole e medie imprese lombarde nuove risorse e un programma di interventi per sostenere il dinamismo, la crescita e la competitività del sistema imprenditoriale del territorio.

Questi, in sintesi, i contenuti dell'accordo presentato a Milano da Intesa Sanpaolo e Confindustria Piccola Industria, in collaborazione con Confindustria Lombardia che stanzia 2,6 miliardi di euro per le Pmi lombarde nell'ambito di un plafond complessivo di 10 miliardi di euro a livello nazionale, in aggiunta ai 35 miliardi previsti dagli accordi precedenti. Fra gli elementi qualificanti dell'accordo, la volontà di aggregare le imprese in filiere produttive per dar vita a contratti di rete, agevolando così ulteriormente l'accesso al credito e la disponibilità, da parte di Intesa Sanpaolo, a valutare il merito di credito non solo sulla base di dati quantitativi rappresentati dai numeri di bilancio, ma prendendo in considerazione anche elementi qualitativi o intangible assets, cioé il valore aggiunto delle singole imprese rappresentato, ad esempio, dalla qualità del management, dagli investimenti fatti in ricerca e sviluppo e dalla propensione all'internazionalizzazione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA