Lavori Pubblici

Basilicata, ripartiti 35 milioni per ridurre il rischio sismico nelle scuole

La giunta regionale della Basilicata ha definito i criteri di ripartizione dei fondi la riduzione del rischio sismico in 101 scuole lucane. Sono a disposizione 35,260 milioni di euro, assegnati alla Basilicata con la delibera Cipe88/2012 ''Fondo per lo sviluppo e la coesione 2007/2013''. Per dare pronta attuazione ale opere, la Giunta regionale ha effettuato una mappatura di tutti gli interventi di ristrutturazione e di manutenzione già finanziati sugli edifici scolastici e ha effettuato un riscontro puntuale di tutte le ulteriori istanze di concessione di contributi pervenute negli anni passati al Dipartimento Infrastrutture riguardanti l'adeguamento strutturale dei plessi e il completamento di opere funzionali all'esercizio delle attività scolastiche.

I criteri sono stati individuati in base a priorità di intervento ed equa distribuzione delle risorse sul territorio. Oltre alla riduzione del rischio sismico, i fondi sono destinati a lavori per la messa in sicurezza dei luoghi di lavoro, al miglioramento delle condizioni di accessibilità, alla riduzione o all'abbattimento delle barriere architettoniche. Per ciascun Comune della regione è stato previsto un finanziamento fino ad un limite massimo di un milione di euro, ad esclusione delle due città capoluogo e delle Province che sono state inserite in altri programmi di intervento (''Piano città Matera e Potenza'', ''DL del Fare'' e ''Piano Poli'').


© RIPRODUZIONE RISERVATA