Lavori Pubblici

Giunta vara piano infrastrutture e mobilità 2014-2020

La Giunta regionale toscana ha approvato il Priim, il Piano Regionale Integrato delle Infrastrutture e della Mobilità. Dopo un lungo percorso di studio, definizione e concertazione il "Priim" è pronto ed è stato adottato dalla Giunta, che ora passa all'esame del consiglio regionale.
Il Priim comprende tutto quello che sarà il prossimo futuro (2014-2020) di ferrovie, autostrade, porti, aeroporti, interporti, trasporto pubblico locale, viabilità regionale e mobilità ciclabile in Toscana, settori che toccano in maniera diretta la quotidianità dei cittadini e che incidono profondamente sulla loro qualità della vita. «Il Priim é un atto di programmazione fondamentale per lo sviluppo della Toscana e per la vita di tutti i cittadini» ha detto l'assessore regionale alle Infrastrutture e mobilità Vincenzo Ceccarelli, che ha presentato il Piano nella Giunta di questa mattina.

«Rappresenta una novità assoluta dato che mai prima d'ora la programmazione delle infrastrutture e quella della mobilità erano state pensate e razionalizzate nell'ambito di uno stesso piano. Esistevano piani diversi, procedure diverse, tutto era più complicato. Abbiamo voluto superare queste eterogeneità. Il Priim è stato istituito con legge regionale 55/2011. Dà attuazione alla programmazione strategica definita dal Programma Regionale di Sviluppo (Prs) ed é coerente con il piano di indirizzo territoriale (Pit).

Tra le opere chiave contenute nel Piano: l'alta velocità ferroviaria; il corridoio tirrenico con la E78, Fano-Grosseto; il People mover di Pisa e i nuovi piani regolatori portuali per Livorno, Piombino e Marina di Carrara.


© RIPRODUZIONE RISERVATA