Lavori Pubblici

Nell'Isola investimenti crollati del 30% in cinque anni, persi 22.600 addetti

La crisi dell'edilizia in Sardegna è iniziata nel 2007, un anno prima del resto d'Italia, e ha toccato nell'anno trascorso i livelli più bassi degli ultimi 40 anni.

Flessione dei consumi, calo degli investimenti, assieme alla stretta creditizia, ritardi dei pagamenti ed eccessiva burocrazia, fanno pronosticare un 2013 ancora negativo. Il quadro drammatico è tracciato dal presidente dell'Ance Sardegna Maurizio De Pascale in occasione della presentazione del V rapporto sul settore delle costruzioni. Gli investimenti sono in caduta libera con una perdita in 5 anni di circa il 30% mentre, dal 2007 a oggi, sono stati persi 22.600 posti di lavoro (circa il 33%) con un ricorso alla cassa integrazione più che quintuplicato: nel 2008 le ore erano 1,1 milioni e nel 2012 sono diventate quasi 6 milioni.

De Pascale ha parlato di «dati drammatici, quasi un annuncio di morte per il settore». Un settore che ha visto un incremento delle procedure fallimentari dal 2009 al settembre del 2012 del 55,3%. In calo vistoso anche le compravendite che in cinque anni si sono ridotte del 43,5%, tornando, così, al livello degli anni Novanta. Crollano, nello stesso periodo, anche le richiesta di permessi per costruire, diminuita del 66%.

La pesante contrazione della domanda dovuta alla crisi, si combina con altri fattori di depressione quali la stretta creditizia, l'eccessiva burocrazia, i vincoli del patto di stabilità e i ritardi nei pagamenti soprattutto da parte della pubblica amministrazione. In soli cinque mesi, dal maggio all'ottobre scorso - hanno affermato i rappresentanti del centro studi dell'Ance - la quota delle imprese che subiscono ritardi è cresciuta del 6% passando dal 78% all'84%. Nell'isola si denunciano ritardi anche superiori ai due anni. Secondo l'Ance, il patto di stabilità interno «continua a rappresentare la principale causa dei ritardi» assieme alla «inefficienza della pubblica amministrazione».


© RIPRODUZIONE RISERVATA