Lavori Pubblici

Il grattacielo firmato Fuksas nel mirino della Corte dei Conti

La Guardia di Finanza è andata nella sede della Regione Piemonte per acquisire, su delega della Corte dei Conti, la documentazione relativa alla gara d'appalto per la realizzazione del nuovo palazzo della Regione. Si vuole approfondire tutto ciò che riguarda l'affidamento della progettazione della sede all'architetto Massimiliano Fuksas.


La Guardia di Finanza indaga sull'affidamento all'architetto Massimiliano Fuksas della progettazione per la nuova sede unica della Regione Piemonte a Torino, il cui cantiere è stato inaugurato nel novembre dello scorso anno dal governatore piemontese Roberto Cota (Lega).
Il progetto per la costruzione del nuovo grattacielo che dal 2015 dovrebbe ospitare tutti gli uffici regionali risale però ai tempi della presidenza di Enzo Ghigo (Fi, poi Pdl). Fuksas ha vinto infatti una gara internazionale nel 2001.

Il nuovo edificio, che con l'altezza record di 209 metri sarà il più alto d'Italia, inizialmente avrebbe dovuto sorgere nell'area torinese della Spina2. Durante la presidenza di Mercedes Bresso (Pd), d'intesa con il Comune di Torino, è stato però deciso di edificare il palazzo nell'area ex Avio, in zona Lingotto.

Il cantiere, della durata prevista di tre anni, impegna a regime 500 persone tra tecnici e operai. Nel nuovo palazzo saranno raccolti uffici attualmente sparsi in 27 sedi diverse a Torino.


© RIPRODUZIONE RISERVATA