Lavori Pubblici

Due anni in più per il Piano casa Sicilia

A.A.

Il termine per la presentazione delle istanze è stato spostato all'8 agosto 2014

La Regione Sicilia ha prorogato di altri due anni la scadenza del Piano Casa (Legge regionale n. 6/2010 ).
Il termine per la presentazione delle istanze, inizialmente fissato alla data dell'8 agosto 2012, è stato spostato all'8 agosto 2014 dall'articolo 11 della legge di stabilità regionale (L.r. n. 26 del 9 maggio 2012, recante "Disposizioni programmatiche e correttive per l'anno 2012", pubblicata sul Supplemento Ordinario n. 1 alla G.U.R. n. 19 del 11/05/2012). La proroga lascia comunque invariati i contenuti del Piano Casa varato nel marzo del 2010 dall'Assemblea regionale siciliana.

Ampliamenti fino al 20%
Il Piano Casa siciliano concede ampliamenti volumetrici del 20% per gli edifici mono e bifamiliari e gli uffici, a condizione che venga effettuata la riqualificazione dell'immobile. L'aumento di volume non potrà in ogni caso superare i 200 metri cubi e riguarda gli edifici già in possesso di abitabilità e in regola con il pagamento di Tarsu e Tia. Restano esclusi dagli incrementi gli immobili parzialmente o interamente abusivi, anche se sanati.

Premio del 35% per le sostituzioni edilizie
Il premio di cubatura può invece arrivare fino al 35% in caso di demolizione e ricostruzione dell'edificio, a condizione che si utilizzino fonti di energie rinnovabili e tecniche costruttive di bioedilizia. Gli interventi si applicano alle costruzioni ultimate entro il 31 dicembre 2009 e sono subordinati alle verifiche sulle condizioni statiche e all'eventuale adeguamento strutturale, in caso di mancato adeguamento ai criteri di sicurezza antisismica.

Ampliamenti per le aree artigianali
Per le aree artigianali e gestite dai Consorzi Asi, sono possibili ampliamenti del 15% della superficie coperta e del 25% in caso di demolizione e ricostruzione. In queste aree gli interventi devono essere realizzati entro i limiti dell'altezza delle costruzioni esistenti e non possono riguardare edifici a carattere commerciale, alberghiero e turistico-ricettivo.

Parcheggi sotterranei
È prevista la possibilità per i privati di realizzare parcheggi sotterranei in aree destinate a verde pubblico, purché contestualmente si provveda all'arredo a verde attrezzato dell'area in superficie.

Le tecniche costruttive per gli interventi di bioedilizia
Con il decreto 7 luglio 2010, l'assessorato alle Infrastrutture della R. Sicilia ha individuato le caratteristiche tecniche costruttive da seguire per gli interventi di bioedilizia, previsti all'art. 3 della legge regionale n. 6 del 23 marzo 2010.La L.R. Sicilia 09/05/2012, n. 26 (Legge di stabilità), pubblicata sul Supplemento Ordinario n. 1 alla G.U.R. n. 19 del 11/05/2012, tra le varie modifiche introdotte, interviene anche sul testo della L.R. 23/03/2010, n. 6, inerente il Piano Casa regionale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA