Casa Fisco Immobiliare

Prelios rafforza il patrimonio con un bond «convertendo» da 233,5 milioni

Ammonta a 233,5 milioni il prestito obbligazionario a conversione obbligatoria emesso da Prelios e sottoscritto dagli istituti di credito e da Pirelli. La società, si legge in una nota, ha definito l'esatto ammontare del convertendo a seguito della conclusione dell'aumento di capitale da 115 milioni e ha emesso 233.534 obbligazioni convertende, pari a nominali 233,534 milioni, con conseguente aumento del capitale sociale a servizio esclusivo della conversione in via scindibile per massimi 258 milioni da attuarsi entro il termine ultimo del 31 marzo 2023.

Le obbligazioni emesse sono a conversione obbligatoria in azioni ordinarie e/o in azioni di categoria B. «Le obbligazioni convertende, del valore nominale unitario pari a mille euro - si legge nella nota - sono state sottoscritte dai finanziatori (cioè da un pool di istituti di credito e da Pirelli) per la tranche A, pari a complessive 166.042 obbligazioni, e da Pirelli per la tranche B, pari a complessive 67.492 obbligazioni».

Il prestito avrà durata fino al 31 dicembre 2019 anche se i sottoscrittori e Prelios potranno convenire di posticipare la data di scadenza al 31 dicembre 2022. «Con l'emissione delle obbligazioni convertende, congiuntamente all'esecuzione dell'aumento di capitale in opzione da circa 115 milioni (già richiamato) e dell'aumento di capitale riservato da circa 70 milioni, si sono quindi realizzate - conclude il comunicato - le misure individuate al fine di perseguire il piano di rafforzamento patrimoniale e il rilancio industriale del gruppo Prelios».


© RIPRODUZIONE RISERVATA