Casa Fisco Immobiliare

Confedilizia: «La fiscalità smodata ha ucciso il mercato»

Nel giorno della diffusione degli ultimi dati dell'osservatorio immobiliare dell'Agenzia delle Entrate (link all'articolo), il presidente di Confedilizia, Corrado Sforza Fogliani, si è nuovamente scagliato contro gli inasprimenti fiscali sul mattone decisi dal governo.

«I dati dell'Osservatorio del mercato immobiliare dell'Agenzia delle entrate - ha detto - sono drammatici per il settore ma anche, e soprattutto, per la situazione che dimostrano evidente in Italia a causa della forte fiscalità che si è abbattuta sull'immobiliare della proprietà diffusa (e non di altri investitori del settore)».

«Un calo delle compravendite su scala nazionale del 29,6% prova che il mercato è praticamente bloccato e che manca totalmente l'investimento in immobili per ritrarne un reddito. Un calo nel numero delle transazioni (e quindi, naturalmente, delle richieste di acquisto) così pronunciato fa anche pensare ad una altrettanto pronunciata caduta dei valori, a riprova del fatto che sulla proprietà diffusa si è abbattuto, in questo modo, un'altra patrimoniale oltre all'IMU e a parte quella, prossimamente, della Tares. Considerando che il settore immobiliare ha una valenza decisiva e centrale ai fini della ripresa, è urgente un intervento del Governo che attenui la smodata fiscalità specie dell'IMU sperimentale varata dal Governo Monti e che molti proprietari non sarebbero comunque in grado di pagare».


© RIPRODUZIONE RISERVATA