Casa Fisco Immobiliare

In crescita i contratti in leasing

Nel 2011, il ricorso alla locazione finanziaria per interventi immobiliari ha fatto segnare un valore di 7 miliardi. Lo dice L'Assilea, segnalando che, dopo anni di contrazione, sull'immobiliare si è osservata una ripresa della vitalità in termini di numero di operazioni stipulate (+14%). «Questo dato - sottolinea Assilea - a fronte di una perdurante flessione delle compravendite di immobili non residenziali, testimonia l'ancor vivo interesse da parte dei piccoli imprenditori nel ricorso al leasing per il finanziamento degli investimenti immobiliari».

Complessivamente lo stipulato leasing si attesta a 24,6 miliardi di euro in Italia nel 2011, pari a una contrazione tendenziale del 9,79% rispetto ai valore del 2010. «Tale risultato - spiega Assilea - risente prevalentemente del calo degli investimenti delle imprese, che non è stato controbilanciato da alcun incentivo fiscale, come invece era accaduto nell'anno precedente con gli incentivi di cui alla Tremonti-ter». L'attività si è generalmente concentrata su finanziamenti di investimenti di minore importo rispetto all'anno precedente, tanto che l'importo medio contrattuale è sceso dagli oltre 96.280 euro a contratto del 2010 agli 86.900 euro a contratto nel 2011. In particolare, si è osservato per la prima volta dopo 11 anni, un sorpasso in termini di volumi del comparto strumentale (7,1 miliardi) su quello immobiliare (7 miliardi) e, pur risultando ambedue i comparti in flessione rispetto allo stipulato che si registrava nel 2010, la dinamica del numero dei contratti è stata migliore di quella in termini di importi. Nel 2011 si è assistito anche ad un incremento del peso del "leasing operativo". Continua ad essere positivo il risultato del leasing per le Energie rinnovabili che ha fatto registrare una crescita del 10% rispetto al 2010, con oltre 4 miliardi di Euro di stipulato; circa il 90% dei quali ottenuti in ambito fotovoltaico.


© RIPRODUZIONE RISERVATA