Casa Fisco Immobiliare

Tiburtina, altri 5 lotti edificabili

Morena Pivetti

Bnl (Bnp Paribas), ha acquistato alcune aree ex Fs a Pietralata, Roma, vicino la stazione Tiburtina, per realizzarci il suo nuovo quartier generale

«È il calcio d'avvio per valorizzare l'area della stazione Tiburtina, dove s'incontrano alta velocità ferroviaria, treni locali, bus urbani ed extraurbani, e tutto il quadrante Est della capitale». Così l'amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato, Mauro Moretti, ha sintetizzato l'annuncio del primo insediamento direzionale nell'area del nuovo terminal ferroviario dell'Av a Roma.
Con un investimento che sfiora i 300 milioni sarà Bnl Gruppo Bnp Paribas a collocare, a ridosso della stazione, il suo nuovo centro direzionale di Roma: servirà a razionalizzare la presenza operativa e logistica nella capitale, ora dispersa su otto sedi che si ridurranno a tre.
Ad aggiudicarsi la prima gara bandita da Ferservizi (Gruppo Fs) per il terreno di 7.300 metri quadrati con un'edificabilità complessiva di 43.800 mq è stata Bnp Paribas Real
Estate.
Qui sorgerà il nuovo quartier generale della banca: il progetto prevede la realizzazione di un edificio con una superficie costruita di 67mila metri quadrati complessivi, di cui 20mila interrati e 47mila esterni. Insieme a 3.800 postazioni di lavoro ospiterà spazi per la vita sociale e aziendale: aree per incontri e meeting, tra cui un auditorium, e per la formazione, il ristorante, il garage, la palestra e l'asilo nido. L'immobile, di classe A, verrà costruito secondo i più elevati standard funzionali ed energetici per ridurre, in maniera sensibile rispetto a ora, l'impatto ambientale e i costi di gestione. Secondo la tabella di marcia stilata da Bnl ed Fs l'acquisto del terreno e le pratiche burocratiche relative si perfezioneranno entro settembre del 2012, compreso il completamento dell'iter urbanistico e il rilascio dei titoli edilizi. Il cantiere durerà 24 mesi: la costruzione sarà completata entro il 2014.
«Questo importante progetto – ha commentato l'Ad di Bnl, Fabio Gallia nel presentarlo insieme alle Fs – testimonia l'impegno di lungo periodo di Bnp Paribas in Italia. Funzionalità, sostenibilità ambientale e innovazione sono gli elementi chiave della nuova sede, un edificio ideato per offrire ai nostri dipendenti spazi confortevoli di ultima generazione». «Investimenti di queste dimensioni a Roma non se ne vedono molti – ha sottolineato il presidente, Luigi Abete –, è un investimento privato fatto nella logica dell'efficienza. Tiburtina è un polo di sviluppo logico, vicino al centro storico e interconnesso con i sistemi autostradali, dove passano la metropolitana di Roma e la metropolitana d'Italia, l'Av. Stare lì significa acquisire una centralità strutturale con la clientela».
«Ringrazio la Bnl – aveva esordito Moretti – che è il nostro primo cliente. Abbiamo ancora 110mila metri quadrati edificabili da collocare sul mercato, li suddivideremo in cinque lotti. Con i 73 milioni incassati da questa vendita copriamo quasi il 50% dell'investimento, in autofinanziamento, per la costruzione della stazione Tiburtina». La stessa operazione le Fs la replicheranno nelle stazioni Av di Porta Susa a Torino, di Bologna, di Belfiore a Firenze e di Afragola a Napoli, tutte frutto di concorsi di architettura che hanno premiato note archistar mondiali.
Il lotto di Bnl è adiacente al nuovo atrio della stazione, lato Pietralata vicino al futuro comprensorio Sdo, ed è parte di un'area di 92 ettari, per due terzi Fs e per un terzo del Comune, che sarà trasformata, determinando la valorizzazione dei quartieri Nomentano e Pietralata. Le superfici sono parti integranti di un nodo infrastrutturale strategica per la città, grazie all'interscambio modale: da un lato la nuova stazione Av, dall'altro la nuova circonvallazione interna. L'arteria stradale, progettata e costruita da Rfi per conto di Roma Capitale, collegherà Batteria Nomentana all'autostrada A24, rivoluzionando il sistema viario del quadrante.
Est.


© RIPRODUZIONE RISERVATA